Home » Insinna: “Patrimoniale? Spiacevole che abbiano detto no. Qui si tratta di capire una cosa…”
Spettacolo

Insinna: “Patrimoniale? Spiacevole che abbiano detto no. Qui si tratta di capire una cosa…”

Flavio Insinna sull’ipotesi patrimoniale bocciata: l’intervista a ‘Il Corriere della Sera’

Insinna: “Patrimoniale? Spiacevole che abbiano detto no. Qui si tratta di capire una cosa…”. Il conduttore parla del momento di difficoltà in cui versano gli italiani, a ‘Il Corriere della Sera’ a cui svela i motivi che lo hanno spinto a consegnare i pacchi solidali di Emergency. “Qui si tratta di capire una cosa, se viviamo in una giungla oppure in una comunità. Se siamo in una giungla allora il più forte mangia il più debole, bene. Ma se siamo in una comunità, allora non può essere che nel nostro Paese, nel 2021, ci sia ancora chi muore di freddo e di fame”.

Insinna racconta di farlo da sempre ma che oggi la pandemia ha “creato un effetto devastante… La paura. Sta prendendo il sopravvento. Perché un conto è fare dei sacrifici e arrivare alla fine del mese lavorando, ma se tutto crolla, come fai”.

Insinna: “Patrimoniale? Spiacevole che abbiano detto no”

Il suo è un pensiero concreto: “Non mi era mai successo in trent’anni di carriera di sentire così tante persone che ti parlano di sacrifici prima impensabili: c’è chi non accende più la tv per risparmiare, chi non usa più il telefonino… gente che con enorme dignità ti fa capire che avrebbe bisogno anche solo di cento euro…”.

Poi detta quella che potrebbe essere un via da seguire. “Spero non inneschi nessuna polemica perché davvero non c’è bisogno, qui c’è solo bisogno di unità. Ho trovato molto spiacevole si sia detto no alla patrimoniale, alla tassa dell’amicizia o fraternità, chiamiamola come vogliamo. Ma a cosa abbiamo detto no? Ci stavano chiedendo lo 0,0001 di quello che io e altri come me, o anche più di me hanno. Io sono diventato fortunato qua in Italia e credo sia un dovere ridare qualcosa a questo Paese. Non è che ci sta tanto da chiacchierare: facciamolo e facciamolo presto. Chi ha un euro dia un euro, chi ne ha dieci ne dia dieci, ma mai come ora c’è bisogno di tutti”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Treviso, 31enne si getta da un ponte con il figlio in braccio: seconda tragedia in poche ore

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com