Home » Nada si racconta: “Per anni ho avuto una paura. Mia mamma malata, io cresciuta dalle donne del paese”
Spettacolo

Nada si racconta: “Per anni ho avuto una paura. Mia mamma malata, io cresciuta dalle donne del paese”

Nada si racconta in una intervista rilasciata a ‘Il Corriere della Sera’

Nada si racconta: “Per anni ho avuto una paura. Mia mamma malata, io cresciuta dalle donne del paese”. La cantante ripercorre le tappe più significative della sua vita privata e professionale in una intervista rilasciata a ‘Il Corriere della Sera’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Come fu gestire un successo così precoce?
«È stato complicato, ero troppo piccola e non avevo il fuoco sacro, l’inizio fu traumatico, lasciare il mio paese fu una tragedia, poi si è illuminato qualcosa. Aveva ragione la mia mamma che diceva a tutti che avevo talento».

Fu sua madre a spingerla a cantare.
«Il rapporto con mia mamma è stato bello perche c’era un grande amore, ma complicato perché soffriva di depressione da quando sono nata. Ho sempre vissuto tra questi alti e bassi, sempre a rincorrere e capire l’amore di questa donna che mi sfuggiva continuamente perché aveva un problema molto serio».

Cantava per farla felice?
«Mia mamma nei momenti di lucidità si appassionò alla mia voce, l’interesse da parte sua nei miei confronti si accendeva quando cantavo. Cantavo per lei, non per me. Eppure non mollava, insisteva, ne aveva fatto una sua ragione di vita finché qualcuno mi ascoltò e da lì partì tutto».

Nada si racconta: “Mia mamma malata, io cresciuta dalle donne del paese”

E quando ha iniziato a cantare per se stessa e non per sua madre?
«Quando ho preso in mano la mia vita, a fare le mie scelte, a cantare per me… mia mamma mi disse che non era più sicura che era giusto avermi spinto su quella strada. Non eravamo mai d’accordo con quella meravigliosa donna. Oggi però sono felice e grata a mia madre».

Ha avuto paura della depressione, che potesse soffrirne anche lei?
«Per anni ho avuto paura, anche perché eravamo una famiglia abbastanza provata, non c’era solo mia mamma a soffrirne… Io sembro leggera, ma ho molti alti e bassi da sempre. Sono stata fortunata e forte a superare tutte le difficoltà senza cadere in quell’abisso».

Il film è liberamente ispirato al suo libro «Il mio cuore umano» (edito da Blu Atlantide). Non è strano un film su una persona ancora in salute?
«Ero titubante anche io, perché insomma, sono ancora viva, ma la regista Costanza Quatriglio ha visto nella mia storia le dinamiche di una bambina che cresce e si trova a risolvere da sola problemi più grandi di lei perché intorno ci sono persone che non riescono a capirne le esigenze, distratti dalle incombenze degli adulti. È una bambina — mi fa effetto parlare di me in terza persona — che si barcamena e si trova coinvolta in qualcosa più grande di lei. Ecco la regista ha visto la dimensione umana, che è di tutti».

Nada si racconta: “Per anni ho avuto una paura”

Perché ha sentito l’esigenza di raccontare la sua storia?
«Per le donne del paese (Gabbro, in provincia di Livorno) che curavano me bambina con la mamma malata. Ho sentito l’esigenza di scrivere questo libro proprio per loro, come ringraziamento, perché non avevo più avuto modo di incontrare queste persone in una maniera normale perché ormai mi vedevano come quella della televisione».

Le faceva male essere «quella delle televisione»?
«Mi faceva molto male, i rapporti si erano interrotti, l’amore era cambiato».

[…] In ogni suo album una canzone parla di sua madre… È riuscita a «perdonarla»?
«Quello con mia madre è stato un rapporto di dipendenza, soprattutto da parte mia; scrivere di lei mi è sempre venuto fuori spontaneamente, al di là che lo voglia fare o meno, sono cose che uno ha dentro che escono prepotentemente, esistono, le hai. Nel mio ultimo disco O madre è quasi come una liberazione, credo che si concluda questo conflitto, come se alla fine avessi capito e avessi sposato tutte le cose buone o sbagliate che può fare una madre perché fa parte della vita, dei sentimenti grandi, degli amori veri. Quando uscirà il mio prossimo disco, non ci sarà nessuna canzone dedicata a lei».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Scopre di essere positivo al Covid e tenta il suicidio: salvato in extremis dai carabinieri

Usa, i due cani di Biden allontanati dalla Casa Bianca: il motivo

Tags
Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com