Home » Viola coprifuoco e la polizia lo punisce con 300 flessioni: 28enne muore per la fatica
Cronaca World

Viola coprifuoco e la polizia lo punisce con 300 flessioni: 28enne muore per la fatica

Viola coprifuoco e la polizia lo costringe a fare 300 flessioni per punizione, così un 28enne è morto per la troppa fatica

Viola coprifuoco e la polizia lo punisce con 300 flessioni: 28enne muore per la fatica. E accaduto lo scorso sabato, 3 aprile, nella città di General Trias, alla periferia di Manila, capitale delle Filippine. Un uomo di 28 anni è morto dopo aver fatto 300 flessioni come punizione per aver violato le norme anti Covid.

A riportare la notizia è il Daily Mail, secondo cui la polizia locale avrebbe imposto la punizione al 28enne per aver infranto le regole in vigore nel proprio Paese per fronteggiare  l’emergenza Covid. Il giovane è deceduto due giorni dopo essere stato sorpreso dalla polizia mentre comprava una bottiglia d’acqua in un negozio locale dopo il coprifuoco delle 18:00.

La fidanzata ha detto che lui e un gruppetto di amici erano stati sorpresi dagli agenti e costretti a fare 100 flessioni, poi triplicate perché poliziotti hanno preteso che venissero fatte in maniera sincronizzata. Il 28enne, sempre secondo la fidanzata, è tornato a casa la mattina seguente aiutato da uno degli amici perché non riusciva nemmeno a camminare.

Dal racconto della donna fatto alla stampa locale, si apprende che la vittima, un certo punto avrebbe iniziato ad avere convulsioni, perdendo conoscenza. Un vicino lo ha soccorso ed ha ripreso conoscenza per un po’, prima di spirare definitivamente.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Truffa coi Gratta&Vinci: scoperta banda di furbetti, anche un guardalinee di Serie A

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com