Home » Nessun caso trombosi con AstraZeneca a over 60, perché Figliuolo vuole tornare indietro?
Italia News

Nessun caso trombosi con AstraZeneca a over 60, perché Figliuolo vuole tornare indietro?

Nessun caso di trombosi con AstraZeneca inoculato solo agli over 60, perché il Commissario Figliuolo vuole tornare indietro?

Nessun caso trombosi con AstraZeneca a over 60, perché Figliuolo vuole tornare indietro? La campagna vaccinale procede a vele spiegate con l’Italia che viaggia al ritmo di mezzo milione di dosi inoculate quotidianamente. Oggi, martedì 4 maggio, il totale dei vaccinati con la prima dose sfonderà quota 21 milioni. Al Generale Paolo Francesco Figliuolo va riconosciuto il merito di aver dato il via all’impennata da quando ha assunto il ruolo di Commissario per l’Emergenza.

Ma a questi ritmi, al netto degli arrivi di Pfizer e Moderna, e con l’obiettivo di arrivare a vaccinare il 60% degli italiani prima della fine di luglio, presto i frigoriferi potrebbero ritrovarsi di nuovo vuoti, o quasi. Inoltre, con AstraZeneca destinata agli over 60, che a breve saranno tutti immunizzati, cosa ne sarà delle dosi del vaccino anglo-svedese? Una risposta l’ha data ieri il Generale Figliuolo nel corso della conferenza stampa all’inaugurazione dell’hub vaccinale presso il polo natatorio della Fin ad Ostia a Roma.

Nessun caso trombosi con AstraZeneca a over 60, Figliolo: “I vaccini vanno usati tutti”

“I vaccini vanno impiegati tutti. Astrazeneca è consigliato a determinate classi ma l’Ema dice che va bene per tutti. In Gran Bretagna lo hanno fatto in 21 milioni di persone, ci sono effetti collaterali infinitesimali. Dobbiamo impiegare tutto ciò che abbiamo altrimenti il ritmo della campagna vaccinale non raggiungerà gli obiettivi previsti”. Per questo motivo “è probabile che nell’arco della rolling review si possa valutare l’estensione anche agli under 60. Ne stiamo parlando con il Cts, l’Iss e l’Aifa in base a studi fatti in Gran Bretagna. I vaccini vanno impiegati tutti”, ha detto Figliuolo.

Ma c’è un dato che ci preoccupa qualora venisse sottovalutato: i casi di trombosi sono praticamente azzerati dopo la scelta di somministrare AstraZeneca agli over 60. Dalla scienza l’ok è già arrivato con lo studio pubblicato dalla Ue che parla di più benefici che rischi in termini di percentuali. Inoltre, c’è il Regno Unito che ha registrato pochissimi casi nei 21 milioni di inglesi vaccinati con AstraZeneca.

È quindi lecito pensare che a breve il vaccino anglo-svedese torni ad essere inoculato anche agli under 60, con possibili nuovi casi di trombosi, anche se in percentuali bassissime secondo i dati finora raccolti. I nostri dubbi si racchiudono tutti in una domanda: se con AstraZeneca inoculato solo agli over 60 non si sono verificati casi di trombosi, non ci sono soluzioni alternative alla strada che torna al passato?

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Saviano: “Sud si sta svuotando, servono 1 milione di migranti da installare”

Agente polizia penitenziaria muore schiacciata dal letto contenitore: dramma a Venezia

Saviano: “Sud si sta svuotando, servono 1 milione di migranti da installare”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com