Home » Green pass, in vendita online certificati vaccinali falsi: scoperta vasta rete su Telegram e Amazon
Cronaca World

Green pass, in vendita online certificati vaccinali falsi: scoperta vasta rete su Telegram e Amazon

Green pass, in vendita online certificati vaccinali falsi: scoperta vasta rete su Telegram e Amazon. Dagli Usa arriva una vera e propria bomba che vede nuovamente i colossi del web nell’occhio del ciclone. Su buzzfeednews è stata infatti pubblicata un’inchiesta che svela una rete di veri e propri trafficanti di carte vaccinali false su Telegram e Amazon.

Il servizio di messaggistica Telegram ospita canali che vendono false tessere di immunizzazione al Covid-19 e certificati di idoneità al volo. Parliamo di canali con abbonati che si aggirano tra i 1.492 e i 13.292 utenti e che si rivolgono a no-vax o comunque a persone che non vogliono vaccinarsi.

Green pass in vendita online ma sono falsi: la scoperta

Su questi canali i venditori di falsi documenti rilasciano continuamente messaggi in cui vengono demonizzati i vaccini e si incoraggiano gli utenti a non fidarsi delle istituzioni corrotte dalle aziende farmaceutiche. Lo scambio funziona in questo modo: gli account venditori di carte vaccinali contraffatte chiedono alle parti interessate di contattare il proprietario del canale in privato. A questo punto, tramite comunicazioni chiuse e irrintracciabili, avviene l’ acquisto dei documenti fake e successivamente si organizza la spedizione.

L’ ammontare preciso dei falsi passaporti vaccinali venduti non è ancora stato rivelato ma sono molti i messaggi pubblicati dalla testata Usa in cui venditori e clienti si accordano per questa tipologia di transazione. Si tratta di annunci civetta in cui i venditori dicono di rilasciare duplicati dei veri passaporti vaccinali su materiali più duraturi e funzionali di quelli rilasciati dalle autorità preposte.

In realtà una volta trovato l’accordo economico al venditore bastano le generalità del cliente per creare un documento falsificato. Gli annunci sono anche finiti su Google Shopping, aumentando la cassa di risonanza dei venditori fraudolenti (fonte: Huffington post Italia).

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Zona bianca Italia, da lunedì due terzi delle Regioni: ecco quali

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com