Home » Abusano e uccidono un bimbo di 8 anni: 2 pedofili giustiziati in piazza
Politica

Abusano e uccidono un bimbo di 8 anni: 2 pedofili giustiziati in piazza

Abusano e uccidono un bimbo di 8 anni: 2 pedofili giustiziati in piazza. Sono stati prima costretti a sdraiarsi a faccia in giù per strada e poi un boia in tuta verde militare e guanti neri li ha giustiziati davanti alla folla. Dopodiché i loro corpi sono stati poi avvolti in tappeti rossi e portati via.

È successo lo scorso mercoledì, 16 giugno, nello Yemen, dove la giustizia nei confronti di due uomini si è espressa nel metodo più crudo. Nel Paese afflitto da continui scontri, i ribelli sostenuti dall’Iran non risparmiano metodi cruenti per combattere la criminalità. Così due uomini sono passati direttamente per il boia per aver commesso crimini particolarmente atroci.

Lo Yemen è coinvolto in una guerra civile dal 2014, quando gli Houthi hanno invaso gran parte del nord e si sono impadroniti della capitale, costringendo all’esilio il governo sostenuto dai sauditi.

Abdullah Ali al-Mukhali e Mohammed Arman, questi i nome dei due uomini giustiziati, erano stati condannati per aver stuprato e ucciso un bambino di otto anni. Stessa sorte capitata ad un altro yemenita per un altro reato, tutti condannati a morte in pubblico nella capitale del Paese per l’omicidio di bambini.

Ali al-Naami, 40 anni, Abdullah Al-Makhali, 38, e Mohammed Arman, 33, erano vestiti con tute blu carcerarie mentre venivano condotti in piazza Tahrir a Sana’a per essere giustiziati. In un’immagine mediante colpi di fucile, in particolare un AK-47 che ha fatto fuoco sulla schiena dei prigionieri di fronte a centinaia di spettatori.

Abusano e uccidono un bimbo di 8 anni: fucilati in piazza

Al-Naami è stato condannato per aver ucciso le sue tre figlie nel giugno 2019. Aveva ammesso di aver strangolato le ragazzine e di averle annegate in una cisterna d’acqua dopo che la madre aveva lasciato la casa a causa di problemi domestici. controversie con lui.

È stata la prima esecuzione pubblica di Sana’a dall’agosto 2018. I ribelli che detengono il controllo della zona sostenuti dall’Iran, hanno giustiziato i tre uomini e hanno appeso i loro corpi a una gru per aver violentato e ucciso un bambino.

L’esecuzione è stata ripresa con gli smartphone da diversi cittadini presenti e i filmati sono finiti in rete. Le immagini mostrano i prigionieri inginocchiarsi e stendersi a faccia a terra prima di essere fucilati a colpi di AK-47.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Roma, bomba in auto del presidente riqualificazione parchi e ville: intervengono gli artificieri

Ferrara, bimbo di 1 anno morto in casa: madre con polsi tagliati aggredisce i carabinieri

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com