Home » Si dà malata per andare allo stadio ma viene inquadrata in diretta tv: finisce male per la tifosa inglese
Curiosità

Si dà malata per andare allo stadio ma viene inquadrata in diretta tv: finisce male per la tifosa inglese

Si dà malata per andare allo stadio ma viene inquadrata in diretta tv: finisce male per la tifosa inglese. Una sua amica le ha regalato un biglietto per seguire la semifinale di Euro 2020 tra Inghilterra e Danimarca. Ma lei aveva il turno a lavoro ed ha pensato che all’ultimo momento non le avrebbero concesso la serata libera. Così ha alzato il telefono ed ha chiamato in azienda, dandosi per malata.

Ma quella che doveva essere una serata di Sport e divertimento si è trasformata in un licenziamento in tronco. È accaduto nello Yorkshire all’indomani del match che ha visto gli inglesi avere la meglio sulla Danimarca. Nina Farooqi, 37 anni, aveva trovato una scusa per evitare il lavoro nello Yorkshire dopo che la sua amica le ha offerto un biglietto dell’ultimo minuto per la storica serata a Wembley.

La donna, come riporta il Daily Mail, ha preso il treno dell’ora di pranzo del mercoledì da Leeds a Londra Kings Cross, prima di dirigersi a Wembley convinta di regalarsi una serata indimenticabile. E così stava andando finché la squadra britannica ha realizzato il gol del pareggio, mandando in visibilio i supporter presenti allo stadio. Ma tra quei tifosi c’era anche lei e la sua gioia per la rete è stata immortalata dalle telecamere.

Il suo volto raggiante è andato in diretta mondiale. Farooqi, che era seduta dietro la porta, è apparsa anche nella storia di Instagram della presentatrice televisiva Stacey Dooley. Insomma, una serata bella e divertente finché non ha preso il treno delle 6 del mattino per tornare a casa. A quel punto ha ricevuto una telefonata dal suo capo che le ha detto di non disturbarsi a tornare a lavoro.

Si dà malata per andare allo stadio: licenziata

Farooqi, che svolge una serie di lavori freelance, afferma di aver perso il lavoro di coordinatrice dei contenuti digitali presso l’azienda di Leeds Composite Prime.

La donna ha raccontato la sua storia al Daily Telegraph: “Hanno detto di avermi visto alla partita. Io sono stata onesta sul motivo per cui l’ho fatto, ma non ho ricevuto alcuna comprensione. Questa è la loro decisione, conseguenza di ciò che ho fatto. C’è un po’ di rammarico, nessuno vuole essere licenziato, ma poi avrei odiato anche il rimpianto di essermi persa quella gara. Rifarei tutto da capo”.

Farooqi aveva pensato che fosse quasi impossibile che qualcuno del suo lavoro la vedesse tra oltre 60.000 persone. Ma quando la tifosa ha dato una sbirciatina al suo smartphone durante la gara, si è resa conto che il suo gioco era finito. Ha detto: “Eravamo su tutti i telegiornali, la mia faccia era su tutti gli schermi televisivi del mondo”.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Rompe la finestra per entrare in casa: 54enne muore dissanguato

Fuga di gas nella notte, palazzina esplode nel Perugino: 1 morto e 3 feriti

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com