Home » Covid, vaccinato Sputnik in rianimazione: ha ricevuto doppia dose in Russia
Italia News

Covid, vaccinato Sputnik in rianimazione: ha ricevuto doppia dose in Russia

Covid, vaccinato Sputnik in rianimazione: ha ricevuto doppia dose in Russia. Vi abbiamo parlato lo scorso giovedì dei dati dell’Istituto Superiore di Sanità relativi ai ricoveri nel periodo tra il 21 giugno e il 4 luglio. Numeri che supportano senza dubbi la copertura vaccinale. Dei 941 ricoverati negli ospedale italiani in quel lasso di tempo, solo 80 erano completamente coperti da doppia dose, mentre 89 quelli arrivati a metà percorso. I restanti 772 (82%) sono no vax o comunque persone non vaccinate.

E in terapia intensiva la percentuale è anche crescente. Sempre tra il 21 giugno e il 4 luglio, vi sono infatti entrate 94 persone, di queste quattro erano completamente vaccinate (3 avevano oltre 80 anni), 10 avevano fatto metà ciclo, e 80 no vax, raggiungendo una percentuale dell’87%.

E probabilmente proprio in base a questi dati che i parametri delle zone colorate cambieranno. Più che i contagi, infatti, saranno i ricoveri a trasformare in giallo le Regioni ora bianche. Nelle Marche il 10 per cento dei malati Covid è in degenza nei reparti non intensivi, mentre il 5 per cento occupa i posti di terapia intensiva. Tra questi un imprenditore pesarese vaccinato Sputnik in rianimazione. L’imprenditore ha ricevuto quel vaccino in Russia, dove lavorava da alcuni anni, mentre in Italia non è riconosciuto.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Atletico Mineiro-Boca, rissa a fine gara: argentini bloccati in Brasile rischiano l’arresto – VIDEO

Bolzano, 15enne schiacciato dal trattore ribaltato: la tragedia

Sostituisce sassi con diamanti: donna Lupin compie furto record in pochi secondi

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com