Home » Green pass obbligatorio per tutti: trovato l’accordo. La data
Italia News

Green pass obbligatorio per tutti: trovato l’accordo. La data

Green pass obbligatorio per tutti: trovato l’accordo. Da metà ottobre Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori che vorranno entrare negli uffici e nelle fabbriche. Ma anche per i cittadini sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e i lavoratori alla guida di autobus e taxi. Per ottenere il certificato verde, ricordiamo, bisognerà essere vaccinati almeno con la prima dose da 14 giorni, essere guariti nei precedenti nove mesi, o avere un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Ad anticipare la decisione che il governo Draghi si appresta a legiferare, è ‘Il Corriere della Sera’, secondo cui i tecnici di Palazzo Chigi sono al lavoro per consegnare la bozza al Premier che dovrà decidere se «sdoppiare» il provvedimento tra pubblica amministrazione e aziende private, oppure far scattare subito la certificazione verde per tutti.

Ci sono da sciogliere i nodi legati ad alcune categorie, in particolare enti di regolazione delle attività economiche, società partecipate e studi professionali ma, secondo CorSera, la scelta è compiuta. Il nuovo decreto, approvato la scorsa settimana, fissa al 10 ottobre l’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per i lavoratori che svolgono mansioni nelle Rsa. Di seguito le regole per le varie categorie.

Dipendenti pubblici

Il nuovo decreto prevederà che i lavoratori di tutti gli uffici pubblici non potranno entrare nella sede di lavoro senza certificazione. È il primo passo fortemente voluto dal ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta per ottenere poi la riduzione dello smart working al 15%.

Enti e società

Nell’elenco degli «statali» ci saranno certamente — oltre alla presidenza del Consiglio e ai ministeri — le Agenzie del Demanio, delle Entrate, delle Dogane e dei Monopoli, le Autorità indipendenti (Anac, Agcom, Garante per i dati personali etc.) gli enti pubblici, culturali, previdenziali, le Federazioni sportive. Ma anche le «controllate » e le partecipate.

Tribunali e studi

Sembra scontata l’introduzione dell’obbligo per magistrati, cancellieri, impiegati degli uffici giudiziari. Rimane invece da stabilire le regole all’interno delle aule dove si celebrano i processi riguardo agli imputati, ai testimoni e al pubblico. Ma anche se introdurre l’obbligo negli studi professionali e soprattutto come applicarlo.

Locali pubblici

I titolari e i dipendenti dei locali dove è già richiesto ai clienti, dovranno munirsi di green pass. La lista comprende bar e ristoranti per la consumazione al tavolo al chiuso, palestre, piscine, cinema, teatri, musei, sale giochi.

I mezzi di trasporto

Certificazione verde anche per chi lavora a bordo di quei mezzi di trasporto dove già è obbligatorio per i viaggiatori — treni a lunga percorrenza, navi, traghetti e aerei — ma anche bus, metropolitane e taxi.

Controlli e sanzioni

Le verifiche saranno affidate ai capi dei reparti e dei settori, come già stabilito nel provvedimento che impone il vaccino al personale sanitario e il green pass al personale scolastico. Oltre alle sanzioni già previste — multe da 400 a 1.000 euro — chi non rispetta l’obbligo rischia la sospensione dall’incarico e dallo stipendio.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Monza, maestra prende a calci e pugni i bambini dell’asilo anche disabili: la scoperta shock

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com