Home » Perché abbiamo paura: scoperti i circuiti cerebrali che controllano le nostre reazioni
Salute

Perché abbiamo paura: scoperti i circuiti cerebrali che controllano le nostre reazioni

Perché abbiamo paura: scoperti i circuiti cerebrali che controllano le nostre reazioni. Uno studio dell’istituto di ricerca britannico Sainsbury Wellcome Centre, pubblicato sulla rivista Neuron, è riuscito ad identificare i circuiti cerebrali che controllano la risposta alla paura.

Si tratta di una rete di neuroni che regola le risposte a situazioni minacciose. La scoperta, avvenuta nei topi, potrebbe aiutare a combattere le formi gravi di fobie e il disturbo post traumatico da stress.

Il nuovo circuito neurale è stato individuato dagli scienziati all’interno del cosiddetto nucleo genicolato laterale ventrale (vLGN). È una rete preposta al trattamento delle informazioni visive provenienti direttamente dalla retina. Quest’ultima invia le informazioni dall’occhio verso la corteccia visiva primaria.

Secondo il team di ricercatori britannico, questo nuovo circuito ha una funzione inibitoria, ossia è in grado di modulare le risposte a situazioni percepite minacciose. I test sui effettuati sui topi, hanno infatti verificato che l’attivazione di questa regione è in grado di abolire le risposte di fuga a minacce imminenti, cosa che invece non avviene quando il circuito viene soppresso.

Perché abbiamo paura? Lo studio sulle reazioni

Sebbene sia normale provare paura o ansia in determinate situazioni, possiamo adattare le nostre risposte alla paura a seconda delle nostre conoscenze o circostanze. Ad esempio, essere svegliato da un forte rumore può non evocare paura se sappiamo, ad esempio, che siamo nel periodo di Capodanno, ma se siamo in una zona di guerra la reazione sarà ovviamente differente.

I meccanismi che tengono sotto controllo le nostre reazioni sono ancora poco chiari. Per questo motivo capirne meglio le dinamiche potrà aiutare a comprendere come trattare i pazienti che presentano questi sistemi di ‘autocontrollo’ compromessi. Stiamo parlando di ansie, fobie o disturbi da stress post-traumatico. Tutti casi in cui si ritiene che i circuiti cerebrali associati alla paura e all’ansia diventino iperattivi portando a risposte di paura patologicamente aumentate.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Covid, vaccino toglie anche ansia e depressione da pandemia: la scoperta

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com