Home » Sonia Bruganelli: “Gf Vip? La gente dice di voler sentire opinioni sincere, ma la realtà è un’altra”
Gossip Televisione

Sonia Bruganelli: “Gf Vip? La gente dice di voler sentire opinioni sincere, ma la realtà è un’altra”

Sonia Bruganelli: “Gf Vip? La gente dice di voler sentire opinioni sincere, ma la realtà è un’altra”. La produttrice moglie di Paolo Bonolis, parla della sua esperienza da opinionista del reality di Canale 5 in una intervista a ‘Tv Sorrisi e Canzoni’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Sonia, come si trova?
«Molto bene, mi diverto, mi piace il reality, è come me lo immaginavo. È carino il contesto. Certo, dura tantissimo, infatti soffro un po’ di jet lag (ride)».

Come mai ha accettato la sfida, lei che nella vita fa altro?
«Proprio perché faccio altre mille cose. Il “GF” è un esperimento sociologico e mi ha sempre incuriosito studiare il carattere e l’emotività delle persone, che poi è quello che faccio durante i casting. Ho un’età in cui mi sento serena a essere me stessa, non devo dimostrare nulla perché non è il mio lavoro stare in tv».

[…] Come si giudica da “addetta ai lavori”?
«Non amo rivedermi in televisione. Guardo solo dei pezzettini di puntate che mi mandano su Instagram. Sentendomi, credo di dire cose sensate».

Pensa di dover migliorare in qualcosa?
«Molte volte la gente dice di voler sentire opinioni sincere, ma in realtà devi avere le spalle larghe perché mi rendo conto che questa sincerità non tutti l’apprezzano. Nella vita sono così e ho pagato il fatto di essere schietta e diretta, ma so che non tutti possono permetterselo».

[…] Cosa scrive nel libretto che ha con sé in studio?
«Ho le formule magiche, le curiosità risolte, quello che si vede solo di notte. Ho tutti gli antidoti per rispondere a ogni personaggio. Alla fine dell’edizione lo metterò all’asta su eBay !».

Sonia Bruganelli: “Gf Vip? Ho accettato per un motivo”

Fra i tanti talenti che ha scoperto ci sono Alessia Macari e Paola Di Benedetto, vincitrici di due diverse edizioni del “GF Vip”. Su chi scommette quest’anno?
«Non lo so, trovo affinità con i meno popolari, con le “schegge impazzite” che possono smuovere gli equilibri. Ma in genere non sono quelli che vincono».

[…] E suo marito le dà qualche consiglio?
«Mi sta dando ottimi consigli, tipo: “Taci” (ride). Nel senso che anche lui è convinto che la linea del guardare senza entrare troppo in polemiche sia quella vincente. Fare l’opinionista significa esprimere opinioni, ma se le hai. Dico quello che penso nel momento in cui ha senso farlo, me lo ha insegnato lui. Come pure a essere coerente con quello che si è senza ferire le persone. Mi ha detto anche di essere più diplomatica, cosa di cui si stupisce chi mi conosce bene».

È vero che Paolo la aspetta alzato perché lei non ha le chiavi di casa?
«Sì, mi deve aprire per forza lui perché tutti in casa mia hanno le chiavi e io non ci penso. Così lo trovo sveglio. All’inizio fa finta di niente e io faccio la vaga. Poi inizia a commentare e ne nasce un dibattito, solo che lui è bello sveglio perché magari è riuscito a dormire, mentre io sono sfinita».

Vi siete conosciuti nel 1997 a “Tira & Molla”, dove lei faceva delle telepromozioni. È stato un colpo di fulmine?
«No, non sono tipo da colpi di fulmine. Per lui invece pare lo sia stato. Mi affascinano la testa, il pensiero, il modo di comportarsi che però scopri nel tempo. Ero lì a lavorare, lui si era appena lasciato con Laura (Freddi, ndr) e aveva voglia di leggerezza. Io avevo 23 anni e ha iniziato a corteggiarmi. Ai tempi non era come accade adesso che basta un messaggino, dovevi alzare il telefono e lui lo faceva».

Sonia Bruganelli: “Gf Vip? Il gioco non vale la candela”

È vero che all’inizio era gelosa?
«Ero giovane, in competizione con le altre donne. Paolo oltre a “Tira & molla” faceva anche “Beato tra le donne”. Era da poco tornato single, quindi immagini… Non ero gelosa, diciamo che ero infastidita dall’atteggiamento che avevano certe donne nei suoi confronti».

Da ragazza ha fatto anche teleromanzi e la fotomodella. Cosa sognava di fare da grande?
«Facevo questi lavori per essere indipendente e perché mi lasciavano il tempo per studiare. Ho iniziato a 17 anni. Ma volevo finire l’università per lavorare in tv, dietro le quinte. Sono stata tra le prime a laurearsi in Scienze della Comunicazione, proprio con una tesi sul “GF”. Il primo anno non sono entrata nella graduatoria per due posti! Così mi sono iscritta a Sociologia e il secondo anno sono passata. Dopo la laurea, Paolo mi ha portato a lavorare in redazione. Ho iniziato facendo le fotocopie e le telefonate per i redattori».

In questi giorni sono riprese le registrazioni di “Avanti un altro!”. Cosa ci può anticipare?
«Che il salottino sarà pieno di personaggi con i quali Alfonso potrebbe fare la prossima edizione del reality. Ci saranno pezzi da 90 come l’ex star di “Beautiful”, Clayton Norcross».

E se le proponessero di fare un altro programma?
«La mia esperienza in tv finisce col “GF Vip”. Ho iniziato troppo tardi e sono abbastanza comoda nella mia vita. Il gioco non vale la candela».

Seguici anche su Facebook

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com