Home » Captati misteriosi segnali dalla Via Lattea: la verità degli astronomi su ipotesi Ufo
News World

Captati misteriosi segnali dalla Via Lattea: la verità degli astronomi su ipotesi Ufo

Captati misteriosi segnali dalla Via Lattea, la verità degli astronomi sugli Ufo. Gli astronomi hanno scoperto onde radio insolite provenienti dal centro della Via Lattea, ma non sanno cosa le stia causando. Il gruppo di segnali, chiamati collettivamente ASKAP J173608.2-321635, dalle loro coordinate, potrebbero essere una nuova classe di oggetti stellari. Sono stati scoperti utilizzando il radiotelescopio ASKAP nel deserto dell’Australia occidentale, a circa 500 miglia (800 km) a nord di Perth.

La cosa strana è che il segnale si accende e si spegne a intervalli irregolari per settimane alla volta, prima di “spegnersi” improvvisamente. Qualcosa che non si allinea con nessun oggetto spaziale conosciuto, rivelano gli esperti. La nostra galassia si trova nella Via Lattea, ma il nostro Sole rappresenta solo una delle circa 200 miliardi di stelle presenti.

Gli astronomi escludono che questi segnali siano provenienza di una civiltà aliena poiché presentano caratteristiche di qualcosa di naturale. Inoltre,  hanno scoperto più di 3.200 altre stelle con pianeti in orbita attorno a loro nella Via Lattea. Ne ha parlato la professoressa Tara Murphy dell’Istituto di astronomia dell’Università di Sydney.

“Abbiamo esaminato il cielo con ASKAP per trovare nuovi oggetti insoliti con un progetto noto come Variables and Slow Transients (VAST), per tutto il 2020 e il 2021. Guardando verso il centro della Galassia, abbiamo trovato ASKAP J173608.2-321635, che prende il nome dalle sue coordinate. Questo oggetto era unico in quanto inizialmente era invisibile, diventava luminoso, svaniva e poi riappariva. Questo comportamento è stato straordinario”.

Captati misteriosi segnali dalla Via Lattea

Il professor Murphy ha detto a MailOnline che i segnali dalla Via Lattea non provengono da una forma di vita aliena. “Dalle proprietà che hanno sappiamo che provengono da qualcosa di astronomico. Ad esempio, l’emissione radio è ciò che chiamiamo banda larga. Questa copre una gamma molto ampia di frequenze e non potrebbe essere generata da una sorgente artificiale. Quindi, anche se non sappiamo esattamente cosa li stia causando, pensiamo sia una fonte naturale e astronomica”.

“All’inizio abbiamo pensato che potesse essere una pulsar (un tipo molto denso di stella morta rotante), oppure un tipo di stella che emette enormi brillamenti solari. Ma i segnali di questa nuova fonte non corrispondono a ciò che ci aspettiamo da questi tipi di oggetti celesti”, ha detto Wang.

Come riporta il Daily Mail, la scoperto ha alcuni parallelismi con una classe emergente di oggetti misteriosi noti come transienti radio del centro galattico (GCRT), incluso uno soprannominato “burper cosmico”, ufficialmente chiamato GCRT J1745-3009. Come suggerisce il nome, i GCRT sono segnali radio lampeggianti che provengono da vicino al centro galattico.

“Sebbene il nostro nuovo oggetto, ASKAP J173608.2-321635, condivida alcune proprietà con i GCRT, ci sono anche differenze. E comunque non capiamo davvero quelle fonti, quindi questo aggiunge mistero”, ha detto l’autore dello studio, il professor David Kaplan dell’Università del Wisconsin-Milwaukee.

“Entro il prossimo decennio, il radiotelescopio transcontinentale Square Kilometer Array (SKA) entrerà in funzione. Sarà in grado di creare mappe sensibili del cielo ogni giorno. Ci aspettiamo che la potenza di questo telescopio ci aiuterà a risolvere misteri come quest’ultima scoperta, ma aprirà anche vaste nuove aree del cosmo all’esplorazione dello spettro radio”, ha affermato il professor Murphy.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Obama: “Gli ufo esistono e vanno presi sul serio. Bisogna studiare soprattutto un fenomeno”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com