Home » Guanti in nitrile ridipinti e venduti per nuovi: “Alcuni macchiati di sangue”. La scoperta shock
Cronaca

Guanti in nitrile ridipinti e venduti per nuovi: “Alcuni macchiati di sangue”. La scoperta shock

Guanti in nitrile ridipinti e venduti per nuovi: “Alcuni macchiati di sangue”. La scoperta shock. Un’inchiesta della CNN ha portato alla luce una sconcertante verità: in Thailandia decine di milioni di guanti in nitrile sporchi, usati e contraffatti, alcuni dei quali macchiati di sangue, sono stati spediti negli Stati Uniti negli ultimi mesi.

In tempi di pandemia i truffatori cercano di sfruttare l’aumento della domanda di attrezzature mediche. L’emittente statunitense ha scoperto che le aziende thailandesi stanno riconfezionando i guanti usati e li rivenderanno in tutto il mondo. Le autorità federali degli Stati Uniti stanno indagando sulla vicenda che sembra l’inizio di una truffa di dimensioni immani.

All’inizio di quest’anno, le forze dell’ordine thailandesi hanno fatto irruzione nei magazzini di aziende che vendevano all’estero milioni di guanti di nitrile riutilizzati. I lavoratori dei magazzini usavano la tintura per colorare i guanti usati e gli asciugabiancheria per asciugarli dopo il lavaggio.

A febbraio e marzo, una società statunitense ha avvertito l’amministrazione Biden di aver ricevuto spedizioni con guanti visibilmente sporchi da un’azienda con sede in Thailandia. A lanciare l’allarme la dogana, la protezione delle frontiere e la Food and Drug Administration.

Guanti in nitrile ridipinti e venduti per nuovi: la scoperta shock

Ma secondo la CNN, nonostante gli avvertimenti, le spedizioni contraffatte sono andate avanti fino a luglio. Al fine di soddisfare la richiesta di emergenza, il governo federale ha revocato importanti regolamenti al culmine della pandemia, consentendo alle spedizioni di guanti difettosi di entrare nel paese.

I guanti medici in nitrile sono utilizzati da medici, infermieri e altri operatori sanitari che esaminano i pazienti. Dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato il coronavirus una pandemia globale e la maggior parte dei governi ha annunciato misure di mitigazione, la domanda di guanti in nitrile è salita alle stelle.

Con la diminuzione dell’offerta, i truffatori hanno trovato un’opportunità per trarre vantaggio dalla vendita di guanti sporchi e di seconda mano con profitto a governi e ospedali che stavano esaurendo disperatamente i guanti in nitrile di grado medico.

I guanti in nitrile per uso medico sono prodotti principalmente nel sud e nell’est asiatico. Le aziende che producono i guanti utilizzano processi di produzione e competenze altamente specializzati, il che rende difficile aumentare la fornitura in un breve periodo di tempo. Ciò ha creato un vuoto riempito da aziende losche che cercano di ottenere un rapido profitto vendendo guanti usati e sporchi.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Scivola durante l’arrampicata davanti ad amici e fidanzato: Elena muore a 26 anni

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com