Home » Si schianta contro un muro e dall’auto schizza un cadavere senza testa: la confessione agghiacciante
Cronaca World

Si schianta contro un muro e dall’auto schizza un cadavere senza testa: la confessione agghiacciante

Si schianta contro un muro e dall’auto schizza un cadavere senza testa: la confessione agghiacciante. Il macabro episodio è avvenuto nei pressi di Sortavala, una cittadina nel nord della Russia. Un giovane di 23 anni è stato arrestato in seguito a un incidente stradale. L’auto del 23enne è andata a sbattere su un dosso e si è schiantato. Nell’impatto, abbastanza forte, si è aperto il bagagliaio ed è schizzato fuori un cadavere senza testa. A quel punto il conducente ha provato a fuggire con altre due persone che erano sull’auto con lui ma è stato preso.

A riportare la notizia è il Times, secondo cui una volta raggiunto dalle forze dell’ordine, il 23enne ha affermato di “essere un cannibale“: “In generale mi piace uccidere“, ha detto durante l’interrogatorio. In realtà  cadavere sbucato dal bagaglio è quello di un uomo di 50 anni che il maldestro malvivente ha ucciso durante una lite. La sorte ha voluto che si schiantasse mentre lui e i suoi complici lo stavano trasportando in macchina per seppellirlo nei boschi.

Si schianta contro un muro e dall’auto schizza un cadavere senza testa: arrestato

Il 23enne ha confessato anche un precedente omicidio, quello dell’artista Arkadi Kazinyan, la cui scomparsa è stata segnalata lo scorso anno a San Pietroburgo: “Quando è morto ho assaggiato il sangue e la carne. Ma la carne era difficile da tagliare, perché il coltello era spuntato e comunque non mi piaceva il sapore”, ha detto, fornendo anche ulteriori dettagli agghiaccianti.

Il presunto cannibale sostiene di aver tagliato la lingua di Kazinyan e di averla cucinata ma di non aver gradito, “probabilmente un’altra parte del corpo sarebbe stata meglio”. Sarebbe stato proprio il “fallimento” del suo piano cannibale con l’artista a spingerlo a provare di nuovo con il 50enne trovato morto nella sua auto.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Suicidio assistito in Italia, primo via libera ad un malato: “Sono stanco, nessuno può dirmi che non sto troppo male”

Aosta, maxitruffa nel settore energetico ha generato il rincaro bollette: 22 arresti

Milano, baby gang violenta picchiava e rapinava coetanei: 8 nei guai

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com