Home » Fa una recensione negativa all’hotel: donna e bimba di 6 anni cacciate di notte
Curiosità

Fa una recensione negativa all’hotel: donna e bimba di 6 anni cacciate di notte

Fa una recensione negativa all’hotel: donna e bimba di 6 anni cacciate di notte. L’episodio è avvenuto lo scorso settembre a Helen, una cittadina montana nello Stato americano della Georgia. Qui una donna di 63 anni ha denunciato una brutta vicenda che le è accaduta durante la permanenza in una struttura ricettiva del luogo. Secondo il racconto della 63enne, è stata cacciata di notte dall’albergo insieme alla sua nipotina di 6 anni per aver fatto una recensione negativa su un sito.

Per allontanare lei è la nipotina di sei anni, costringendole a raggiungere un hotel vicino in pigiama, è intervenuta addirittura la polizia, allertata da un manager dell’hotel. Secondo Susan Leger, questo il nome della protagonista della vicenda, il manager le ha urlato a telefono di lasciare immediatamente la struttura, la prima volta intorno alle 20:40 di sera. Invito che lei, incredula, ha deciso di ignorare. Ma di lì a poco anche il direttore le ha telefonato per invitarla a lasciare la struttura immediatamente, minacciando di chiamare la polizia.

La donna era al primo del suo soggiorno di tre notti in quell’hotel. Quando è arrivata il sito dove aveva fatto la prenotazione le ha chiesto di lasciare una recensione dopo il check-in. Leger lo ha fatto, descrivendo la struttura come “trasandata”. Si è anche lamentata del fatto che il gabinetto della sua camera non funzionasse correttamente e che la piscina fosse chiusa. Ma così facendo ha scatenato le ore dei gestori che le hanno intimato di andarsene.

Fa una recensione negativa all’hotel: cacciata nel cuore della notte

Come riporta il Daily Mail, la polizia si è quindi presentata per sbattere fuori lei e sua nipote di 6 anni, scrivendo nel rapporto che la direzione la voleva fuori perché aveva dato all’hotel una recensione negativa. ”Mia nipote si è aggrappata alla mia gamba e ha cominciato a piangere. È stato spaventoso, semplicemente orribile”, ha detto Leger a WXIA.

Per la legge della Georgia gli ospiti non possono essere espulsi prima della scadenza del tempo per il quale hanno pagato. L’unico modo per cacciare gli ospiti è l’eventuale “mancato pagamento delle somme dovute, mancato rispetto delle regole di occupazione, o appropriarsi delle prenotazioni di altri ospiti”. La donna intanto non ha ricevuto nessun rimborso.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Killer dello zodiaco, identità scoperta 50 anni dopo: ecco chi è il pericoloso serial killer

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com