Home » Meteo, Immacolata tra pioggia e neve: ondata di gelo in arrivo su alcune zone. Le previsioni
Meteo

Meteo, Immacolata tra pioggia e neve: ondata di gelo in arrivo su alcune zone. Le previsioni

Meteo, Immacolata tra pioggia e neve: ondata di gelo in arrivo su alcune zone. Le previsioni. Un nuovo impulso di aria artica è in arrivo sull’Italia tra oggi, domenica 5 dicembre, e l’inizio della nuova settimana. Più colpite saranno le Regioni centro meridionali e una parte del Nord, soprattutto Nordest ed Emilia Romagna.

Avremo quindi rovesci, temporali e neve fino a quote molto basse. Al Nordovest e parte della Lombardia prevarranno le schiarite. Il transito sarà preceduto e accompagnato da una ventilazione molto tesa o forte. Di seguito le previsioni a cura di 3bmeteo.com

METEO DOMENICA

Nord. Ampie schiarite sulle Alpi salvo debole neve oltre confine sui settori lombardi, ampie schiarite anche su Piemonte, Liguria e Lombardia occidentale. Più chiuso tra Lombardia orientale, Emilia Romagna e Triveneto con piogge e nevicate fino a 400-600m in graduale esaurimento tra Lombardia ed Emilia dal pomeriggio. In serata ancora qualche pioggia Tra Veneto e Friuli con neve dai 300m.

Centro. Instabile su dorsale appenninica, Umbria, Marche con piogge e rovesci anche temporaleschi e neve in calo fino a 800-900m, variabilità con ampie aperture e qualche fugace piovasco su Toscana e Lazio. Temporali in Sardegna.

Sud. Instabile su Sicilia, Campania e Calabria tirrenica con piogge e rovesci, anche temporaleschi nella seconda parte della giornata. Maggiore variabilità altrove con fenomeni solo fugaci. Venti tesi o forti dai quadranti occidentali in rotazione da NE su Liguria e alto Adriatico. Mari molto mossi o localmente agitati con possibili mareggiate lungo le coste più esposte. Temperature in calo.

METEO LUNEDÌ

Nord. Al mattino qualche debole nevicata sulle Alpi occidentali fino a quote basse, deboli fenomeni e nevicate fino a bassa quota anche sulla Romagna, soleggiato altrove salvo locali banchi di nebbia in Valpadana. Dal pomeriggio sole prevalente ovunque salvo residui addensamento senza fenomeni sulla Romagna.

Centro. Instabile sulla Sardegna, maltempo su Appennino e Adriatico con rovesci, temporali e neve fino a quote collinari (400-800m) in attenuazione entro sera su Marche e Umbria. Variabilità e ampie schiarite sulle regioni tirreniche.

Sud. Spiccata instabilità con rovesci, temporali e neve in Appenino in calo fino a 800-1000m tra Molise, Campania e Puglia settentrionale. Venti tesi o forti dai quadranti settentrionali con mari molto mossi o localmente agitati.

Temperature in ulteriore calo, soprattutto nei valori minimi ed al Nord con gelate diffuse in Valpadana.

METEO IMMACOLATA E SUCCESSIVI

Le ultime emissioni modellistiche continuano a confermare l’arrivo della neve in piano per il giorno dell’8 dicembre su parte del Nord. Il cuscino di aria fredda che si formerà durante la notte tra il 7 e l’8 soprattutto al Nordovest grazie ai cieli sereni, riuscirà a quanto pare a reggere fino all’arrivo del fronte atlantico, tanto da garantire una colonna d’aria verticale sempre al di sotto o intorno allo zero anche quando inizieranno le precipitazioni.

Precipitazioni che dunque potranno essere nevose fino al piano. Dove? Essenzialmente al Nordovest ma non soltanto in Piemonte, localmente anche sulla Liguria nella zona di Genova per il trabocco dell’aria fredda da nord richiamata dal minimo sul Mar Ligure, poi sulla Lombardia e l’Emilia soprattutto il Piacentino e il Parmense occidentale. Più si andrà verso est e maggiore sarà la possibilità che l’ingresso delle correnti meridionali relative alla bassa pressione spazzi via il freddo dalle quote inferiori favorendo un rialzo della quota neve.

Quanto durerà? Finché reggerà il cuscino perché poi con la traslazione del minimo dal Ligure verso levante entrerà altra aria fredda a dargli manforte. Potrebbe dunque reggere anche per la giornata del 9 anche se saranno determinanti i fattori locali su cui per ora, preferiamo non esprimerci. Sul resto della penisola il riscaldamento indotto dall’arrivo dei venti meridionali sarebbe deleterio per la quota neve che salirebbe al Centro fino a oltre 1400m tra Lazio e Abruzzo e fino in alta montagna al Sud”.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Pasticcio di carne killer, un morto e 31 intossicati gravi per la ricetta sbagliata: chef arrestato

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com