Home » Nunzia De Girolamo: “Maschi? Messi in crisi da un aspetto. A Berlusconi piacerebbe apparire dietro scrivanie Procure”
Gossip Politica

Nunzia De Girolamo: “Maschi? Messi in crisi da un aspetto. A Berlusconi piacerebbe apparire dietro scrivanie Procure”

Nunzia De Girolamo: “Maschi? Messi in crisi da un aspetto. A Berlusconi piacerebbe apparire dietro scrivanie Procure”. Nunzia De Girolamo sui maschi e non solo, la conduttrice ex parlamentare parla di uomini, televisione, politica e non solo in una intervista a mowmag.com. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

[…] È davvero ipotizzabile Berlusconi al Quirinale?
Berlusconi secondo me questa ambizione ce l’ha veramente. Ci crede e sognerebbe di vedere la sua foto dietro la scrivania anche di molte Procure, oltre che degli italiani. Penso però che questa cosa sia un po’ difficile. Se conosco la politica, i partiti e le scelte che potranno fare nel breve forse la scelta ricadrà altrove’’.  

Sembra che il primo ostacolo per Berlusconi possano essere i suoi alleati…
“Io ormai sono fuori dalla politica e parlo da osservatore esterno, ma da quanto leggo e sento credo che ancora una volta valga la massima di doversi guardare prima dai presunti amici che non dai nemici. È cosa certa che tutti, ma proprio tutti, voteranno per Berlusconi? Consideri che per l’elezione di Berlusconi ci vorrebbe tutto il centrodestra compatto e poi mancherebbero diversi altri voti dal gruppo misto e magari da Renzi, che, proprio in queste ore, ha detto che Berlusconi non è un’opzione. Mi sembra una strada azzardata, anche se la politica ha come primo comandamento il «mai dire mai»’’.

Nunzia De Girolamo: “Maschi? Cresciuti con donne diverse da quelle di oggi”

Dunque chi potrebbe essere il nuovo presidente della Repubblica (ammesso che non finisca per essere ancora quello vecchio in versione bis)?
“Diciamo che la politica mi ha insegnato a non fare previsioni sul presidente della Repubblica. Le votazioni ci hanno sempre stupito e credo che rimarremo stupiti anche questa volta (quando arriverà il momento della scelta. I giochi comunque si faranno sotto scadenza. Adesso si lavora più che altro per riempire le pagine dei giornali. Poi per esperienza so che le decisioni non si prendono dibattendo sulla stampa, ma nei corridoi di Montecitorio e del Transatlantico”.

[…] A febbraio parte la seconda stagione del programma che conduci su Rai 1, “Ciao Maschio”. Cosa dobbiamo aspettarci
“L’anno scorso ho avuto Drusilla Foer con me. Mi ha accompagnato ed è stata una bella scommessa in Rai. Credo che la prima soddisfazione sarà vederla scendere dalla scalinata di Sanremo. Anche per questo, oltre che per il fatto che lei ha una fitta agenda teatrale, sarà sostituita e in tal senso ci sarà una bella sorpresa, sempre sul legata al terzo sesso, perché nello studio di Ciao Maschio l’unica donna ammessa resto solo io.

Ogni puntata ci saranno tre maschi con i quali, partendo sempre dalla modalità che ha funzionato (quella di autodefinirsi con tre aggettivi), ripercorreremo anche in questa nuova fase di vita caratterizzata dalla pandemia la crisi del maschio italiano, ma affronteremo anche altri temi esistenziali”.

Nunzia De Girolamo: “Maschi? Messi in crisi dall’evoluzione forte della figura femminile”

Com’è messo questo maschio?
“Negli ultimi anni l’evoluzione forte della figura femminile e l’ingresso in ruoli di rilievo della donna hanno un po’ determinato la crisi del maschio, nel senso del maschio come lo abbiamo sempre identificato nella nostra società. Maschi cresciuti con le nostre mamme e le nostre nonne e che ora si ritrovano con donne come me che sono profondamente diverse dalle donne del passato.

E questo crea uno sbandamento: bisogna interrogarsi sulla figura maschile, sulla coppia e sulla famiglia e per arrivare a una nuova stabilità ci vorrà un po’ di tempo. È difficile che la donna possa tornare indietro: ci abbiamo messo così tanto… Credo che spetti al maschio ridefinire la propria idea di figura femminile e modificare l’approccio alla propria vita familiare, sociale e lavorativa”.  

Non sarà difficile?
“Sicuramente. Spesso ci sono maschi spaventati. Ma anche le donne devono fare la propria parte: io nel corso della mia carriera ho fatto l’errore di giocare spesso a fare il maschio per acquisire credibilità nei miei vari percorsi. Ho fatto l’avvocato, ho insegnato all’università, ho fatto politica: tutti ambienti fortemente maschili dove io ho spesso rinunciato alla mia femminilità, commettendo un errore enorme, controproducente nel rapporto col maschio ma anche con me stessa.

E se io devo dire al maschio che deve trovare una certa identità posso anche dire a noi donne che è giusto esaltare e preservare la femminilità, che significa tante cose e che sicuramente è l’unico possibile punto di incontro tra l’uomo e la donna. Provare a fare i maschiacci per farsi accettare dagli uomini è un errore che ho pagato sulla mia pelle: poi succede che il maschio non ti rispetta due volte, sia perché sei una donna sia perché giochi a fare il maschio. Mai rinunciare alla propria femminilità per cercare la credibilità: siamo credibili anche se continuiamo a fare le donne”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com