Home » Giorgio Pasotti: “Lea, un nuovo giorno? Parliamo di un argomento tabù. Da giovane volevo fare il medico”
Televisione

Giorgio Pasotti: “Lea, un nuovo giorno? Parliamo di un argomento tabù. Da giovane volevo fare il medico”

Giorgio Pasotti: “Lea, un nuovo giorno? Parliamo di un argomento tabù. Da giovane volevo fare il medico”. Giorgio Pasotti su Lea, un nuovo giorno, l’attore vestirà i panni di un primario di pediatria nella nuova fiction Rai, ne parla in una intervista a ‘Il Corriere della Sera’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Prima di diventare un attore, Giorgio Pasotti pensava sarebbe stato un medico.
«Un medico sportivo, per la precisione. Mettermi il camicie ora è stato un po’ come vivere la vita che avrei voluto, ma non ho vissuto».

Che effetto le ha fatto vedersi medico?
«Oggi ha un significato necessariamente diverso, dopo quello che abbiamo tutti attraversato. Il mio medico poi ha a che fare con i bambini, il che pone tutto su un piano emotivo ancora più profondo. Il coinvolgimento diventa totale».

Giorgio Pasotti: “Lea, un nuovo giorno? Parliamo di un argomento tabù”

[…] Nella serie è anche il marito di Anna Valle: andate in crisi dopo che lei perde un bambino che aspettavate.
«La cosa interessante è che questo medico è anche un essere umano e come tutti sbaglia, commette errori anche seri, di cui si pente. Parlare dell’aborto anche dal punto di vista dell’uomo, poi, penso sia interessante, perché è una specie di spada di damocle con cui deve convivere».

E come ci convive?
«È assolutamente ovvio che la ricaduta è molto più grande sulla madre, ma è sbagliato pensare che non ci sia un impatto anche molto grande sul padre. Come tutte le cose che abbracciano la sfera emotiva, con il tempo ti illudi ti sia scivolata nel cassetto dei ricordi, invece basta un secondo e torna tutto in superficie. È qualcosa che ti porti dietro e che ti fa quasi sentire un po’ in colpa».

Potrebbe essere la prima di molte stagioni?
«La porta è super aperta, mi rimetterei volentieri questo camicie. Amo questo ruolo senza contare che mi permette di vivere il futuro che avevo immaginato per me».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com