Home » Russia contro l’Italia: “Posizione indecente su sanzioni. Hanno dimenticato un dettaglio”
Politica World

Russia contro l’Italia: “Posizione indecente su sanzioni. Hanno dimenticato un dettaglio”

Russia contro l’Italia: “Posizione indecente su sanzioni. Hanno dimenticato un dettaglio”. La guerra scatenata dalla Russia contro l’Ucraina arriva al suo 43esimo giorno, tra massacri e tentativi di smentite, in mezzo ci sono le sanzioni che i Paesi stanno infliggendo ai russi. E quelle decise dal governo italiano fanno arrabbiare non poco il Cremlino che tra tutti i Paesi impegnati ad infliggere sanzioni, ancora una volta prende di mira l’Italia.

È di stamane la dichiarazione del ministro degli Esteri russo Maria Zakharova, secondo cui la posizione della leadership italiana sulle sazioni alla Russia è “indecente”. Per il Cremlino, l’Italia “in questo momento difficilissimo probabilmente ha dimenticato chi ha teso a suo tempo una mano. E ora l’Italia, con tutta la sua leadership, è in prima linea in un attacco al nostro Paese.

Questa non è la posizione dei cittadini italiani che scrivono di vergognarsi di chi li governa, di non associarsi a questa posizione, di comprendere la genesi di questa crisi, ma la dirigenza italiana ha preso posizione. Questa è semplicemente una posizione indecente”, ha detto Zakharova al programma Solovyov.

Russia contro l’Italia: “Posizione indecente su sanzioni”

Intanto il primo ministro ucraino Denis Shmygal, parlando alla Bbc, ha snocciolato due conti sui danni del conflitto: “La guerra condotta dalla Federazione Russa contro l’Ucraina costerà’ al nostro Paese più’ di 1 trilione (mille miliardi) di dollari. Le perdite dirette alla prima decade di marzo ammontavano a oltre 560 miliardi di dollari. E se calcoliamo le perdite di Pil a lungo termine dal fatto che impianti di produzione distrutti, infrastrutture distrutte, l’ammontare delle perdite è molto più’ di 1 trilione di dollari. Questo è ciò’ che il nostro Paese perderà a causa della guerra”, ha detto Shmygal.

Massacro Bucha, la teoria della Russia

“Le autorità ucraine stanno intensificando una campagna per diffondere accuse deliberatamente false contro i militari russi, il che solleva dubbi sulla sincerità delle dichiarazioni di Kiev di voler risolvere la crisi attraverso la diplomazia. Le persone vengono pagate 25 dollari per partecipare alle riprese inscenate”, ha detto Anatoly Antonov, ambasciatore russo negli Stati Uniti, in un’intervista a Newsweek ripresa dalla Tass.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Scomparsa a Silea da una settimana, il tragico epilogo per Antonella

Isola dei Famosi, Patrizia Bonetti ustionata durante una prova: “Farà causa milionaria”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com