Home » BITG, messaggio per alieni sarà mandato nello spazio: preoccupa un’info inviata
Curiosità

BITG, messaggio per alieni sarà mandato nello spazio: preoccupa un’info inviata

BITG, messaggio per alieni sarà mandato nello spazio: preoccupa un’info inviata. La questione se siamo o meno soli nell’universo ha preoccupato gli scienziati per decenni, ma gli sforzi per trovare la vita al di là del nostro pianeta sono stati finora infruttuosi. Ora gli esperti stanno pianificando di trasmettere un messaggio radio contenente la posizione della Terra nelle profondità dello spazio, nella speranza che un giorno possa essere ricevuto e compreso da una civiltà aliena.

Chiamato il messaggio Beacon in the Galaxy (BITG), è essenzialmente una versione aggiornata del famoso messaggio di Arecibo, che fu trasmesso per la prima volta nel 1974 con lo stesso scopo. Questo è stato inviato in codice binario – uno e zero – che, una volta decodificato, ha formato un grafico visivo che mostra una figura stilizzata di un essere umano, il nostro DNA e una rappresentazione del nostro sistema solare.

BITG includerà anche un disegno del DNA, del sistema solare e un diagramma della forma maschile e femminile, ma contiene anche molte più informazioni sulla matematica e la scienza di base rispetto al messaggio di Arecibo.

BITG, messaggio per alieni sarà mandato nello spazio

Ad esempio, ci saranno anche informazioni sugli elementi più comuni sulla Terra, una mappa che mostra le attuali masse terrestri sul nostro pianeta e un invito a rispondere al messaggio. Certo, la prospettiva di contattare la vita aliena può sembrare eccitante.

Ma trasmettere la nostra posizione nello spazio va contro le preoccupazioni espresse dal defunto professore di fisica Stephen Hawking secondo cui civiltà extraterrestri intelligenti potrebbero volerci distruggere. Il professor Hawking ha mostrato sostegno agli sforzi per trovare gli alieni ascoltando, ma ha messo in guardia dal raggiungere attivamente sotto forma di messaggi radio.

“Se si guarda alla storia, il contatto tra umani e organismi meno intelligenti è stato spesso disastroso. E gli incontri tra civiltà con tecnologie avanzate e primitive sono andati male per i meno avanzati”, ha detto. Ma Jamilah Hah, che è coinvolta nel progetto BITG, pensa che i vantaggi di contattare gli alieni superino i potenziali rischi, “finché il contatto è avvicinato con un chiaro segno di pace“. Lo riportabil Daily Mail.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Tags
Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com