Home » Nicola Savino: “Isola dei Famosi? Meglio opinionista che conduttore. E mai concorrente per due motivi”
Televisione

Nicola Savino: “Isola dei Famosi? Meglio opinionista che conduttore. E mai concorrente per due motivi”

Nicola Savino: “Isola dei Famosi? Meglio opinionista che conduttore. E mai concorrente per due motivi”. Nicola Savino su L’Isola dei Famosi, il conduttore e speaker radiofonico parla della sua esperienza da opinionista del reality di Mediaset in una intervista a ‘Tv Sorrisi e Canzoni’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Opinionista, con Vladimir Luxuria, di “L’isola dei famosi”, che aveva condotto nel 2012. Perché hai accettato questa nuova sfida?
«Questo ruolo è la cosa più vicina al mio lavoro in radio dove, di fatto, non ho l’onere di dover condurre e faccio come qui a “L’isola”: talvolta supporto e altre disturbo».

Ti diverti più ora o quando l’hai condotta?
«Più ora, perché ho un’altra età e sono più consapevole di quello che sto facendo. Allora ero un esordiente e se ne era appena andata Simona Ventura, che aveva lasciato una voragine… ma mi sembra che abbiamo fatto un ottimo lavoro».

Quali sono le caratteristiche del perfetto opinionista?
«Essere attento in ogni momento della puntata e sviluppare un giudizio proprio. Il segreto della riuscita mia e di Vladimir è che abbiamo ruoli distinti: lei è sia leggera sia ironica, e in questo mi somiglia, ma volendo ha anche le corde della serietà, si appassiona al dibattito vero del reality, alle strategie, agli scontri che avvengono e che io invece seguo meno».

Come ti fai un’opinione su ciò che accade?
«Per almeno un paio di ore, prima di ogni puntata, guardo tutti i filmati e mi preparo un eventuale commento. È un misto di studio e improvvisazione con spirito goliardico. Ascolto quello che mi viene detto in puntata e provo a smussare gli angoli. Io non esprimo opinioni, faccio più che altro battute per alleggerire, creare un clima, voltare pagina, dare ritmo».

Ti fai influenzare da amici, familiari o colleghi?
«No, vado a pelle: a simpatia e antipatia».

[…] In famiglia la tua autorevolezza a che livello è?
«Un buon livello, su alcune cose ci confrontiamo io e mia moglie Manuela. Siamo un 60 per cento di autorevolezza lei e un 40 per cento io».

Nicola Savino: “Isola dei Famosi? Meglio opinionista che conduttore”

Tua figlia Matilda, 15 anni, tiene ancora in considerazione quello che dici o da brava adolescente tende a fare di testa sua?
«Dipende. Sulla musica mi tiene in considerazione, lo faccio di lavoro. Su altre cose meno. A volte scattano dei diktat e non può che ascoltarmi: se le dico di tornare a mezzanotte deve farlo, non c’è margine di trattativa».

[…] Ora torniamo a “L’isola” per testare il “Savino pensiero”: chi faresti tornare subito dall’Honduras?
«Come posso essere così in contrasto con una persona da volerla eliminare? Non credo in queste dinamiche così nette. Diciamo che mi piacciono meno gli “animali da reality”, ossia quelle persone che quando vedono le telecamere si caricano a molla e tendono a litigare. Al pubblico piace, a me molto meno. Disarma la mia parte comica».

In finale chi vorresti?
«Amo molto le signore, da Ilona Staller a Lory Del Santo. Mi sarebbe piaciuto tantissimo vedere i Cugini di campagna in coppia, se uno dei due non fosse stato squalificato. Mi piacciono Estefania e Roger, bellissimi e molto simpatici. Ma anche i Rodriguez: stiamo sottovalutando che è un viaggio con papà, una cosa molta bella. Ci sono anche mamma e figlio (Carmen Di Pietro e Alessandro, ndr): insomma li vorrei tutti!».

Chi ti fa divertire di più?
«Tanti. Carmen è molto simpatica. E poi l’umorismo di Lory che fa la finta tonta. E i fratelli Tavassi».

Di partire come naufrago non se ne parla nemmeno?
«Farei fatica, sia per la mancanza di cibo sia per la scomodità. La fame fa uscire il peggio di me, m’innervosisco».

[…] La tua opinione professionale su Ilary Blasi e Vladimir Luxuria?
«Sono portatrici sane di leggerezza, entrambe per motivi diversi. C’è grande divertimento e professionalità. Non mi accorgo neppure che il programma dura più di tre ore. Solo arrivato all’ultimo quarto d’ora mi rendo conto che la puntata sta finendo».

Infine su di te: datti un giudizio senza sconti.
«Bravo, ma dovrebbe esporsi un po’ di più».

E cosa rispondi?
«Che non lo farò mai!».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com