Home » Uccide i suoi tre figli piccoli nel giorno della festa della mamma: arrestata mamma orco
Cronaca World

Uccide i suoi tre figli piccoli nel giorno della festa della mamma: arrestata mamma orco

Uccide i suoi tre figli piccoli nel giorno della festa della mamma: arrestata mamma orco. Il dramma è andato in scena nella notte tra sabato 7 e domenica 8 maggio, a Woodland Hill, nello Stato americano della California. Qui una donna di 38 anni ha ucciso sua figlia Natalie, 12 anni, e i suoi gemelli Nathan e Kevin, di 8 anni. La donna ha poi confessato il terribile triplice delitto e la polizia ha arrestato anche il figlio 16enne, sospettato di aver agito come complice negli omicidi.

I vicini hanno raccontato agli investigatori che il giorno prima di compiere il terribile gesto, sono stati svegliati nel cuore della notte a causa delle urla della donna. Angela Dawn Flores, questo il nome della mamma orco, era fuori di sé e urlava frasi come “la mia famiglia sta abusando di me”. Testimoni oculari riferiscono di averla vista entrare nel cortile della casa vicina, aprire la bibbia e accendere delle candele. Intorno a mezzanotte sono intervenuti dei sanitari che hanno bloccato Flores su una barella mentre lei continuava a urlare “dove è la mia bibbia?”. Dopo averla calmata la donna è tornata a casa.

Uccide i suoi tre figli piccoli nel giorno della festa della mamma: 38enne arrestata

Ma il giorno dopo, alle 7:40 di domenica, proprio nel giorno della festa della mamma, le forze dell’ordine sono intervenute nuovamente nella villetta a causa di una chiamata per un incidente domestico. I paramedici hanno trovato la bambina di 12 anni e i gemelli Nathan e Kevin, di 8 anni tutti morti. Fonti della polizia hanno detto che i bambini sembravano essere morti sabato, un giorno prima della scoperta, anche se non sono ancora chiari i legami tra lo sfogo della madre della sera prima e la morte dei piccoli.

La donna è stata subito trasferita in carcere con una cauzione fissata a 6 milioni di dollari, mentre il figlio 16enne, unico rimasto in vita e presunto complice, è trattenuto senza cauzione a Sylmar Junevile Hall. Secondo il suo profilo Facebook, la donna aveva vissuto nella zona di Kansas City dove lavorava come agente immobiliare. Da tre mesi si era trasferita in California. I vicini hanno riferito che la famiglia sembrava tranquilla e che la mamma e i 4 piccoli erano stati visti girare in bicicletta. Nulla lasciava presagire un simile, terribile, gesto

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Omicidio ad Alessandria, trovato morto il portiere del Londra hotel: aggressione violenta

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com