Home » Cristina D’Avena: “Fidanzato? C’è maretta. Mina mi ha fatto una sorpresa. E sul figlio mai avuto…”
Gossip

Cristina D’Avena: “Fidanzato? C’è maretta. Mina mi ha fatto una sorpresa. E sul figlio mai avuto…”

Cristina D’Avena: “Fidanzato? C’è maretta. Mina mi ha fatto una sorpresa. E sul figlio mai avuto…”. Cristina D’Avena sul fidanzato, Mina, il figlio mai avuto, la cantante parla a cuore aperto in una intervista a ‘Il Corriere della Sera’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

[…] E se non fosse diventata cantante?
«Avrei fatto la dottoressa, come mio padre Alfredo. Lui aveva tante specializzazioni, ma faceva il medico generico. Usciva la mattina alle 7 con la valigetta in mano e tornava la sera tardi: ogni giorno faceva 45 visite. E poi era il medico dell’Antoniano, mestiere che ha praticato fino alla morte, nel 2008: curava i bambini, i frati… Conosco ogni angolo di quel luogo».

[…] La leggenda narra che ha cantato la canzone dei Puffi anche all’Università.
«Certi esami erano degli show: il nome Cristina D’Avena, fuori dalla porta per l’appello, non passava inosservato. All’esame mi ritrovavo dietro i colleghi incuriositi, perché fino a quel momento ero soltanto una voce, cominciavano le prime apparizioni a Premiatissima o Superclassifica Show. Qualche docente faceva delle battutine su Gargamella, si figuri come stavo io…».

E adesso c’è qualcuno che le chiede consigli su come curarsi?
«Altroché! Mi mancano la tesi e pochi esami, mi è spiaciuto non laurearmi. Mio padre mi diceva che potevo fare qualsiasi lavoro, purché completassi gli studi».

È stato contento della sua carriera?
«Sì certo. Non ha fatto in tempo a vedere i duetti. Amava la musica melodica napoletana. Conoscendolo, mi avrebbe chiesto una canzone con un napoletano».

Cristina D’Avena: “Fidanzato? Sono riservatissima”

Da quando fa partire la sua carriera?
«In effetti dal Valzer. Però la prima sigla dei cartoni animati l’ho pubblicata nell’82: era Bambino Pinocchio, di Augusto Martelli. Chi avrebbe immaginato che le sigle sarebbero diventate un genere musicale, o che nascessero i cosplay, ragazzi che si travestono da cartone animato».

Ha cantato 765 brani, venduto otto milioni di copie. Domanda impossibile: qual è la sua canzone preferita?
«Kiss me Licia. Beh, io sono stata Licia! Ho interpretato sia il telefilm che la canzone, è il top del top, qui dentro il mio cuore assieme al Valzer del moscerino. Poi ci sono Sailor Moon, Memole dolce Memole, Rossana…».

[…] Intanto Mina ha fatto una sua cover.
«La notizia mi è arrivata dai fan. Ha cantato Sempre attento al regolamento, cambiando le parole; è diventata Tu dimmi che città. Era una canzone che mi aveva scritto il figlio Massimiliano Pani. Mi ha inorgoglita e sorpresa».

[…] Se le offrissero una fiction o un programma cosa sceglierebbe?
«La fiction mi piacerebbe molto, mi mancano molto i miei telefilm. Certe scene mentre giravamo Kiss me Licia… Gli attori erano modelli, non è che sapessero proprio recitare, faticavano a imparare le battute. Non che io fossi meglio…».

Cristina D’Avena: “Fidanzato? C’è maretta, niente nome”

[…] La cosa più matta che hanno fatto i suoi fan?
«Tantissime! Prendono, partono e vengono ovunque noleggiando i pullman. Anche a Sanremo me li sono trovata davanti all’Ariston: alcuni venivano dalla Sicilia e dalla Sardegna. Un’altra cosa meravigliosa è stata cantare una mia canzone e stampare un vinile con le loro voci».

Com’è lavorare con la propria sorella? Liti?
«Sempre! Ma il bello è anche quello: questi sono i rapporti più importanti. Mi sento un po’ la sua mamma, è cresciuta con me. E nel suo lavoro è bravissima, sa come la penso, anticipa quello che direi io, a volte pure troppo!».

[…] Quando aveva la guardia del corpo?
«Giuseppe! Mio padre gli aveva chiesto di seguirmi perché non si fidava, ero ancora minorenne. Poveretto, quante gliene ho fatte passare… Lo costringevo a dire bugie a mio padre e lui si disperava: “Io sono carabiniere a cavallo, non le dico le bugie!”».

[…] Non parla mai del suo fidanzato. Sui social le viene accreditato Mass…
«No, non dica il nome!, che in questo momento c’è maretta e non vorrei che cambiasse la situazione. Sono riservatissima».

Continua a ricevere proposte di matrimonio?
«Sì, l’ultima qualche giorno fa, da un bambino di sei anni».

Le manca un figlio?
«No e spero che non diventi un rimpianto. Ogni tanto mi chiedo come sarebbe stato se ne avessi avuto uno».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com