Home » Rubano l’auto ma non si accorgono del Gps: automobilista beffa i ladri
Cronaca

Rubano l’auto ma non si accorgono del Gps: automobilista beffa i ladri

Rubano l’auto ma non si accorgono del Gps: automobilista beffa i ladri. È successo qualche giorno fa a Londra, nel Regno Unito. Qui una donna non ha trovato lavsua auto lì dove l’aveva parcheggiata la sera prima. Nella notte i ladri avevano portato via la vettura, una Land Rover Discovery. La donna però non si è persa d’animo, nemmeno quando è andata dalla polizia e si è resa conto che difficilmente avrebbero potuto ritrovarla.

Così si è ricordata che sulla vettura ha una polizza assicurativa calcolata in base ai chilometri percorsi. E come fa la compagnia a sapere l’importo esatto in base al percorso? Ovviamente utilizzando un Gps. L’automobilista derubata si è messa in contatto con la sua compagnia e si è fatta spiegare come fare per risalire all’ultimo tragitto e alla posizione della sua automobile.

Dopo aver scaricato l’app si è subito messa sulle tracce della vettura,cfacendo una scoperta incredibile: era s a soli tre chilometri dal parcheggio dove era stata rubata alle 4:34 della notte precedente. La donna habspiegato che quel parcheggio per lei rappresentava un luogo sicuro visto che vi si accede solo con un codice chiave ed è sbarrato all’esterno da grandi cancelli.

Rubano l’auto ma non si accorgono del Gps: ritrovata

La signora Coombs, questo il nome della protagonista di questa vicenda, ha detto a ‘The Sun’ che è andata subito a vedere il luogo dove si trovava l’auto. Prima però ha avvisato la polizia che ha temporeggiato, spingendola a quel punto avfare da sola. Giunta sul posto ha trovato la sua macchina con le targhe cambiate e uno specchietto rotto, ma si è aperta con le sue chiavi. La vettura era stata guidata per un po’ e poi parcheggiata in posto diversi prima di fermarsi in quel luogo.

“Sono arrivato presso la strada indicata sull’app, non mi aspettavo davvero di trovare la mia macchina. Era nascosta dietro l’angolo, sotto un grande albero. Lì ho visto una Discovery Sport blu. Mi sono avvicinato, le targhe non corrispondevano alla mia e aveva uno specchietto retrovisore rotto. Tuttavia si è aperta quando ho usato le mie chiavi. Il motore si è acceso, le mie targhe erano all’interno dell’auto e, a parte lo specchietto retrovisore esterno, qualche altro piccolo graffio, ripulito i vani portaoggetti, le portiere e puzzava di sigarette, era tutto ok”.

La signora Coombs aveva preso in considerazione l’acquisto di un bloccasterzo. Subito dopo aver trovato la sua macchina, è andata a comprarlo…

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Pescatore sbranato da un coccodrillo, le terribili immagini riprese dal vicino – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com