Home » Meteo, ondata di piogge al Nord, ancora caldo al Sud, ma non per molto: le previsioni
Meteo

Meteo, ondata di piogge al Nord, ancora caldo al Sud, ma non per molto: le previsioni

Meteo, ondata di piogge al Nord, ancora caldo al Sud, ma non per molto: le previsioni. Un vortice di bassa pressione porterà una perturbazione destinata al Nord Italia. Già dalle prime ore del mattino di oggi, martedì 7 giugno, avremo una diffusa instabilità sulla Val Padana, a causa dell’indebolimento dell’anticiclone in corrispondenza delle nostre regioni settentrionali.

Sul resto della penisola invece proseguirà l’azione stabilizzante dell’anticiclone africano, ma non ancora a lungo. Da domani, mercoledì 8 giugno, le piogge arriveranno anche al Sud, vin conseguente calo delle temperature. Di seguito le previsioni a cura di 3bmeteo.com.

METEO MARTEDÌ

“Piogge e rovesci sin dal mattino su Alpi, Prealpi, gran parte del Piemonte, ovest Emilia, medio-alta Lombardia e alta pianura veneta, in intensificazione nel pomeriggio quando si attiveranno temporali diffusi in estensione ad Emilia Romagna e pianure del Triveneto, localmente fino a Levante Ligure e settore marchigiano settentrionale. Attesi fenomeni anche di forte intensità e localmente accompagnati da grandine e colpi di vento con possibili nubifragi, specie sul settore lombardo-veneto e la sera su quello friulano.

Già in serata tenderanno ad esaurirsi al Nordovest dove subentreranno ampie schiarite a partire da Valle d’Aosta, Piemonte e Ponente Ligure. Sul resto d’Italia nessun cambiamento, con tempo in prevalenza soleggiato salvo una lieve variabilità diurna in Appennino e possibilità di isolati e brevi rovesci sul settore laziale. Temperature in calo al Centro e soprattutto al Nord.

DA MERCOLEDÌ, NUOVI FORTI TEMPORALI ED EPILOGO DEL CALDO AFRICANO ANCHE AL SUD

L’instabilità anche perturbata che ha interessato e interesserà ancora nei prossimi giorni le regioni settentrionali alla fine riuscirà a raggiungere anche le regioni meridionali che risentiranno di temperature roventi almeno fino a martedì.

La causa sarà una maggiore propensione delle correnti fresche ed instabili a viaggiare verso sudest con una saccatura che si organizzerà attorno ad un minimo più basso, sulla Germania. Questo nuovo fronte è atteso nella seconda parte del mercoledì è interesserà dapprima le regioni settentrionali con una veloce sfuriata di temporali, poi a fine giornata e nella notte di giovedì anche il Centro ed il Sud.

A seguire la graduale rimonta dell’anticiclone africano verso l’Europa centrale costringerà la saccatura a isolarsi tra l’Italia ed i Balcani stimolando quindi ancora per la giornata di giovedì numerosi temporali sulle regioni del Centro Sud. In questo contesto anche la giornata di venerdì 10 è da ritenersi potenzialmente instabile per le regioni centro meridionali.

A causa dell’orientamento dell’area di bassa pressione, le regioni che sarebbero maggiormente soggette a instabilità e temporali, anche forti saranno soprattutto quelle orientali. Resteranno completamente fuori dal peggioramento le Isole Maggiori e la fascia tirrenica quanto meno fino alla Campania. Le temperature come detto diminuirebbero sensibilmente anche al Sud rientrando entro giovedì nella normalità climatica per il periodo. Seguite i prossimi aggiornamenti perché l’evoluzione sarà ancora suscettibile di variazioni”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Sorelle a loro insaputa, si incontrano dopo 70 anni: l’incredibile vicenda di Eugenia e Gin

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com