Home » 18enne stampa un fucile semiautomatico in 3D a casa: “Spara 15 colpi a pressione. È allarme”
Cronaca

18enne stampa un fucile semiautomatico in 3D a casa: “Spara 15 colpi a pressione. È allarme”

18enne stampa un fucile semiautomatico in 3D a casa: “Spara 15 colpi a pressione. È allarme”. È successo lo scorso 3 giugno a Bayswater, nel nord-est di Perth, in Australia. Qui la polizia durante un controllo ha scoperto “un fucile semiautomatico stampato in 3D fatto in casa all’interno dell’abitazione di un 18enne.

Secondo la polizia la potente arma fatta in casa è stata costruita utilizzando plastica e altri materiali. Può sparare 15 proiettili con una sola pressione del grilletto ed è in grado di sparare proiettili da 9 mm. Il 18enne è stato accusato di una serie di reati legati alle armi da fuoco, tra cui la fabbricazione senza licenza di armi da fuoco o munizioni e il possesso di un’arma proibita.

“Sebbene assomigli a un giocattolo, ha la capacità di causare seri danni all’interno della nostra comunità. È profondamente preoccupante che quest’uomo sia stato in grado di fabbricare questa arma da fuoco a casa con una stampante 3D e materiali prontamente disponibili. Questo tipio di armi da fuoco non sono regolamentati e non hanno posto all’interno della nostra comunità. Si tratta essenzialmente un fucile d’assalto semiautomatico da 9 mm”, ha detto il sergente maggiore Blair Smith durante una conferenza stampa.

Stampa un fucile semiautomatico in 3D a casa: 18enne arrestato in Australia

La scoperta per la prima volta in Australia di un’arma da fuoco stampata in 3D, completamente funzionante,ha spinto le autorità a istituire una nuova task force. L’obiettivo è prendere di mira specificamente le persone che producono armi in casa. L’esterno dell’arma è in plastica, mentre l’interno è costituito da parti perfettamente funzionanti realizzate utilizzando la tecnologia 3D, il tutto per un peso di 4kg. Il prezzo di un’arma del genere può arrivare a 6mila dollari.

La polizia ha sequestrato anche ka stampante 3D, un silenziatore, munizioni, una stazione di produzione e una serie di blaster gel. Il 18enne è stato accusato di fabbricazione illegale di armi da fuoco o munizioni tra gli altri reati sempre legati alle armi. Secondo la polizia il giovane non ha mai posseduto una licenza valida per armi da fuoco. Dovrà comparire davanti alla Perth Magistrates Court il 22 giugno.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Stampante 3D stampa una casa a due piani: “Meno 60% di tempo e spesa” – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com