Home » Torino, rissa tra Juric e Vagnati: urla e spintoni durante il ritiro – VIDEO
Sport

Torino, rissa tra Juric e Vagnati: urla e spintoni durante il ritiro – VIDEO

Torino, rissa tra Juric e Vagnati: urla e spintoni durante il ritiro. Nervi molto tesi in casa Torino. La squadra granata è in ritiro in Austria, in particolare a Waidring, dove sta svolgendo la preparazione e disputando diverse amichevoli. Nella giornata di ieri, mercoledì 27 luglio, la formazione allenata da Ivan Juric ha giocato e vinto contro l’Apollon Limassol con un gol firmato da Sanabria nel finale di match. Ma lontano dal campo è avvenuto un episodio a dir poco spiacevole che è stato ripreso da alcuni presenti al ritiro.

Fuori dalla struttura che ospita i granata l’allenatore croato e il direttore sportivo Davide Vagnati hanno dato vita a un’accesa discussione, culminata con uno scontro fisico. “Non mi alzi la voce, hai capito fenomeno? Devi avere rispetto”, ha urlato il dirigente del Torino. “Io ti difendo sempre”, ha proseguito, mentre Juric ha ribattuto con frasi offensive.
Il tutto, come detto, ripreso in un video che ci ha messo poco a diventare virale sui social.

Ancora da chiarire, ovviamente, le cause della discussione, impossibili da dedurre dal semplice audio del filmato, ma non il clima perfetto per iniziare al meglio la stagione. Il Torino sarà impegnato in amichevole contro il Nizza il 30 luglio: il campionato dei granata comincerà il 13 agosto contro il Monza, con una questione ambientale che lo stesso Vagnati, intervenuto a “Sky Sport”, ha provato a chiarire.

Torino, rissa tra Juric e Vagnati: le immagini

“C’è stata una discussione come avete visto, non è una cosa bella da vedere, ma quando due persone ci tengono particolarmente nel fare una cosa in un certo modo succedono queste cose. Il mister vuole i giocatori il prima possibile, noi siamo facendo il possibile perché comunque è un mercato difficile: al termine di questa lite ci siamo abbracciati. Siamo due persone vere che si dicono le cose come stanno e anche grazie a queste liti si può ripartire.

Abbiamo un grande allenatore e cerchiamo di fare le cose che devono essere fatte, perché devono arrivare giocatori. Quando ci sono delle discussioni si dicono cose che non si pensano. Conseguenze? No, la conseguenza è positiva perché abbiamo voglia di far bene. Il mister ha le sue preoccupazioni comprensibili, le capiamo e cerchiamo di fare le cose nel miglior modo possibile”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Milano, rubato lo scooter di Cruciani: “Ho dovuto pagare per riaverlo”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com