Home » Victoria Cabello: “Dario Argento mi propose una vacanza insieme. Russell Crowe? L’ho mandato a quel paese”
Gossip

Victoria Cabello: “Dario Argento mi propose una vacanza insieme. Russell Crowe? L’ho mandato a quel paese”

Victoria Cabello: “Dario Argento mi propose una vacanza insieme. Russell Crowe? L’ho mandato a quel paese”. Victoria Cabello su Dario Argento, Russel Crowe e non solo, la conduttrice si racconta rivelando alcuni retroscena sulla sua carriera in una intervista a ‘Il Corriere della Sera’. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

Di cosa si è pentita?
«Di non essere andata in vacanza con Dario Argento, uno dei personaggi più divertenti che abbia mai intervistato, ironico, uno che si presta a qualunque cosa. Siccome andavamo molto d’accordo mi propose di fare una vacanza insieme. Io pensavo al sole, al mare e lui mi dice: dobbiamo andare in un posto dove piove sempre. Mi sembrava troppo, ma con l’età ho iniziato ad apprezzare anche io un certo tipo di luoghi. Adesso sarei pronta».

[…] Il suo debutto nel mondo dello spettacolo fu nel cinema, nel film «Ragazzi della notte» di Jerry Calà.
«Io ero la bacchettona sfigata del gruppo, lui era già oltre la fase della “libidine coi fiocchi”, faceva la regia, quindi posso dire di aver lavorato con il Woody Allen italiano».

[…] al Festival si è fatta massaggiare i piedi da John Travolta.
«All’epoca ero fidanzata con Maurizio Cattelan che ha l’ossessione per la piscina, ci va tutti i giorni; quindi mi convinco che potrebbe fare bene anche a me, pur detestandola. Ci vado una sola volta e ovviamente prendo un fungo, all’alluce. È il meno, perché mentre faccio la pedicure per preparare la gag mi si stacca completamente l’unghia. Ottimo. Ci pensa la mia truccatrice e me la risistema con l’Attak: per tutto il tempo dell’intervista avevo il terrore che si staccasse. Spero almeno che lui non abbia preso una micosi alla mano».

Victoria Cabello: “Dario Argento mi propose una vacanza insieme”

[…] L’intervista più deludente?
«Russell Crowe ai tempi di Mtv. Ci ho litigato perché ha trattato malissimo la mia crew, era nervoso, è stato sgradevole, se ne è uscito con un “voi italiani siete lenti”. L’intervista era partita male, non ha preso bene una mia domanda e mi ha risposto fuck you and fuck Mtv. Io ho ricambiato…».

Da dove le viene questa faccia tosta?
«Faccio certe cose e le rimuovo. Come il toro che vede rosso, vado, eseguo le peggio azioni e dimentico. Se mi riguardassi mi vergognerei, ma non rivedo quasi mai quello che faccio perché mi detesto. La verità è che ho avuto un gran culo nella vita, dando sfogo a tutte le scemenze che mi venivano in mente. Sono stata molto fortunata».

L’ironia invece da chi l’ha presa?
«Con mio padre condividevo la passione di programmi di satira che ero così piccola da non comprendere, come Lupo solitario, con Patrizio Roversi e Syusy Blady. Adoravo Angela Finocchiaro. E Sabina Guzzanti, facevo le imitazioni delle sue imitazioni. Il mio mito assoluto però era Serena Dandini, da piccola sognavo di essere lei».

[…] Mamma inglese di origine irlandese e papà italiano.
«Si sono conosciuti su un’isola nella Manica durante una vacanza, la classica cosa dell’italiano che rimorchia l’inglese e alla fine fanno due figli».

È cresciuta a Valsolda, 1400 persone in provincia di Como.
«È il piccolo mondo antico di Fogazzaro, crescere lì è bello per un weekend, poi te ne vuoi andare…».

[…] In «Il cosmo sul comò» con Aldo, Giovanni e Giacomo lei era la «Dama con l’ermellino».
«Peccato che i tre avessero omesso il piccolo dettaglio che non mi avrebbero dato un animale impagliato, ma un furetto vero. Ecco, se c’è una animale di cui ho il terrore, è il furetto. Volevano farmi familiarizzare con lui e me l’hanno messo in braccio, ma è della famiglia delle puzzole e quando è nervoso secerne un odore pestilenziale che ti rimane addosso una settimana. Loro poi rovinavano apposta i ciak, il furetto era inquieto e alla fine non si è trattenuto e mi ha lasciato i suoi ricordi più intimi. Una grande interpretazione».

Victoria Cabello: “Russell Crowe? L’ho mandato a quel paese”

[…] Lei ha preso due volte il posto di Simona Ventura, a «Quelli che il calcio» e a «X Factor». In che rapporti siete?
«Mi sa che sono la sua riserva, la panchinara. Me lo avevano proposto anche una terza volta per Il contadino cerca moglie, ma ho detto no grazie: dai ragazzi, è troppo. Per altro credo lo avessero chiesto a chiunque, anche alla mia vicina di casa. Ho sempre stimato tantissimo Simona Ventura, è stata una di quelle donne che ha sdoganato un certo modo di fare televisione. Il suo Sanremo era modernissimo, c’era un mondo dentro, certo non c’erano gli ospiti purtroppo… ma non per colpa sua. Poi Simona non è stata generosissima con me, però pazienza, sottoscrivo quello che ho sempre detto: era avanti, coraggiosa, moderna nel linguaggio, ha fatto scuola».

[…] È stata fidanzata con Maurizio Cattelan.
«Lui guida malissimo, io invece da Dio, contrariamente a quello che si dice delle donne. Lui per girare abbassava il finestrino e tirava fuori il braccio; in autostrada stava in corsia di sorpasso a 80 all’ora e io cercavo di spiegargli che non era il caso. Spesso e volentieri venivamo insultati, così abbiamo messo nel lunotto posteriore una mano che faceva il dito medio, una di quelle con la molla, per salutare quelli che ci mandavano a quel paese».

Il dito medio davanti alla Borsa di Milano è un messaggio per lei dopo che vi siete lasciati?
«In effetti continuo a pensare che sia dedicato a me, o per lo meno l’ho ispirato…».

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com