Home » Ansia da prestazione e viagra, cresce il consumo tra i giovani: “Le amiche rivelano dettagli su uomini con cui vanno”
Salute

Ansia da prestazione e viagra, cresce il consumo tra i giovani: “Le amiche rivelano dettagli su uomini con cui vanno”

Ansia da prestazione e viagra, cresce il consumo tra i giovani: “Le amiche rivelano dettagli su uomini con cui vanno”. L’ansia da prestazione e i relativi commenti delle partner, spingono sempre più giovani ad assumere viagra, o medicinali simili. L’allarme arriva dai dati pubblicati in Inghilterra dalla società farmaceutica Viatris.

Secondo i numeri, infatti, tra maggio 2020 e maggio 2021, Viagra Connect ha venduto più di sette milioni di compresse solo nel Regno Unito. Secondo Viatris, oltre il 60% degli utenti britannici che ne hanno fatto uso, hanno un’età compresa tra 25 e 54 anni. Il sito inglese indipendent.co.uk, pubblica una serie di storie raccontate proprio dai giovani che, a quanto pare, fanno uso della pillola blu per evitare défaillance a letto.

Dopo la fine di una relazione di cinque anni, James era nervoso all’idea di uscire di nuovo con una ragazza. Aveva 27 anni, era sano e aveva una buona vita sessuale. Ma quando si trattava di andare a letto con nuove persone, provava “ansia da prestazione”. «Stavo davvero lottando per avere un’erezione. Sono arrivato al punto in cui fallivo nel 75% dei casi», ha raccontato.

James non ha chiesto consiglio al suo medico di famiglia e, invece, ha iniziato ad assumere il Viagra. Ha funzionato all’istante. «Quando lo prendi, puoi davvero concentrarti sul goderti il sesso invece di pensare, ‘Oh mio Dio, non mi si alza. No! No! Non fermarti! Continua così!».

Ansia da prestazione e viagra, allarme consumo tra i giovani

Ora a 30 anni James prende regolarmente il Viagra e stima che almeno la metà dei suoi amici maschi lo prenda. Alcuni, come Josh, 27 anni, ammettono di prenderlo principalmente per migliorare l’esperienza sessuale: «L’ho provato ed era come se avessi di nuovo 14 anni». La pillola è solitamente presa dagli uomini più anziani, ma un numero crescente di uomini sotto i 50 anni fa ricorso alla pillola blu.

I possibili effetti collaterali includono una riduzione dell’efficacia nel tempo, nonché esiti più gravi. «L’uso a lungo termine del Viagra può potenzialmente aumentare il rischio di dipendenza psicologica ed è stato anche associato a vari problemi che colpiscono l’udito e la vista. Gli effetti collaterali gravi a breve termine includono ictus e attacchi di cuore in casi molto rari, oltre a diarrea e gastrite», ha detto la dottoressa Shirin Lakhani.

Sebbene la disfunzione erettile sia ancora un argomento in qualche modo tabù tra i giovani uomini, sembra essere molto comune. Secondo uno studio del 2018, circa la metà degli uomini britannici sulla trentina segnala difficoltà ad avere o mantenere un’erezione. Come James, tuttavia, i giovani uomini con disfunzione erettile non ne parlano necessariamente con il proprio medico finendo per non avere una diagnosi corretta.

James non ha mai chiesto al suo medico la causa alla base della sua disfunzione erettile, ma sospetta che abbia l’ansia da prestazione, un problema comune ma poco discusso che porta la disfunzione erettile. Secondo Peter Saddington, un terapista sessuale che lavora nel dipartimento di andrologia dello Sheffield Royal Hallamshire Hospital: «L’ansia rilascia una sostanza chimica nel cervello che ha un effetto negativo sulle erezioni. Va contro il sentirsi rilassati».

Ansia da prestazione e viagra, cresce il consumo tra i giovani

Il problema è spesso esacerbato dall’eccitazione di fare sesso con qualcuno per la prima volta: «Il corpo interpreta l’eccitazione come vicino all’ansia perché stai incontrando una nuova persona. A un certo punto però l’ansia può avere un effetto anche sulla pillola».

A dare l’ansia a James è il modo in cui le sue coetanee parlano del sesso e sono ossessionate dai dettagli sul pene del partner: «Parlano di circonferenza, lunghezza, movimento. Tutto è assolutamente analizzato davanti ai loro amici. Quindi, dopo aver assistito a ciò, a un tavolo con persone con cui ho effettivamente dormito, sono consapevole di quanta pressione ci sia nel fare sesso nel miglior dei modi possibile».

Tuttavia, le cause alla base della disfunzione erettile possono essere più complesse. «La disfunzione erettile è spesso liquidata come psicologica o correlata allo stress, temporanea e autolimitante negli uomini più giovani. Tuttavia, se le ragioni psicologiche possono avere un ruolo, è importante rendersi conto che potrebbero esserci condizioni mediche che causano la disfunzione erettile anche negli uomini più giovani. Anche lo stile di vita, il fumo, il consumo di alcol e l’obesità possono svolgere un ruolo, così come le malattie cardiovascolari o il diabete. L’ansia da prestazione è spesso presente nella disfunzione erettile, ma ciò non significa che sia la causa», conclude Lakhani.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Impotenza, impianto nelle arterie del pene per i problemi di disfunzione erettile: la scoperta

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com