Home » Tragedia a Carpi, Suv travolge e uccide una ragazza: Alessandra muore a 20 anni mentre fa jogging
Cronaca

Tragedia a Carpi, Suv travolge e uccide una ragazza: Alessandra muore a 20 anni mentre fa jogging

Tragedia a Carpi, Suv travolge e uccide una ragazza: Alessandra muore a 20 anni mentre fa jogging. L’incidente è avvenuto intorno alle 19.30 di ieri, venerdì 2 settembre, lungo traversa San Giorgio, una delle arterie principali della periferia di Carpi, in provincia di Modena. Qui una ragazza di 20 anni è stata travolta e uccisa da un Suv mentre faceva jogging sulle strade di campagna insieme al fidanzato, anch’esso rimasto ferito.

Alessandra Arletti, questo il nome della vittima, stava facendo jogging con il fidanzato coetaneo poco lontano da casa, su un tratto stradale già teatro di altri tragici investimenti. “Quella sera stava festeggiando il test superato per la patente”, ha raccontato un’amica a Il Resto del Carlino. E’ partita una raccolta firme online per rendere più sicura la strada dell’incidente.

Tragedia a Carpi, Suv travolge e uccide una 20enne

Stando a quanto si apprende dalla ricostruzione riportata dal quotidiano romagnolo, i due ventenni stavano attraversando una strada di un incrocio non nuovo a incidenti simili quando sarebbero stati centrati da un Suv. La ragazza sarebbe morta sul colpo, sbalzata per metri. Per il ragazzo ferite a gambe e torace. Il 118 è intervenuto per i soccorsi ma per la giovane i tentativi di rianimazione sarebbero stati vani. La polizia locale si è occupata dei rilievi. L’autista del Suv è stato sottoposto ad accertamenti, tra cui l’alcotest, con esito negativo.

“Morire a 20 anni, nel pieno della vita, lascia tutti senza parole”, è il cordoglio del sindaco Alberto Bellelli. E dopo la morte di Alessandra, dagli amici che la piangono su Instagram, è partita su change.org una raccolta firme per “migliorare via pedonale in Traversa San Giorgio a Carpi (percorso della salute). Durante gli anni le vittime sono state molteplici. E’ ora di fare qualcosa, facciamoci sentire raccogliendo il maggior numero di firme possibile, così da poter far cambiare le cose e rendere quell’incrocio adatto ai pedoni, che non meritano di morire ingiustamente per distrazioni alla guida ormai comuni al giorno d’oggi”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Tanya Pardazi, primo lancio col paracadute è fatale: l’influencer muore a 21 anni

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com