Home » Partita di Monopoly in famiglia finisce in dramma: uomo spara al padre e alla sorella
Cronaca World

Partita di Monopoly in famiglia finisce in dramma: uomo spara al padre e alla sorella

Partita di Monopoly in famiglia sfocia nel sangue: uomo spara al padre e alla sorella. È avvenuto intorno alle 18:30 (ora locale) dello scorso sabato, 26 novembre, a Tulsa, nello Stato americano dell’Oklahoma. Qui una partita di Monopoly in famiglia è finita in sparatoria quando uno dei partecipanti ha cercato di aggredire il padre e la sorellastra rincorrendoli per strada, brandendo una pistola. L’uomo ha anche sparato un colpo rischiando di uccidere uno dei due familiari.

John Ronald Dewayne Armstrong, questo il nome del pistolero, è stato arrestato dopo che la partita al famoso gioco da tavola si è trasformata in rissa, con tanto di inseguimento alla sua sorellastra e al suo patrigno per strada, mentre puntava contro loro la sua pistola. Sul pisto sono intervenuti gli ufficiali del dipartimento di polizia di Tulsa. Al loro arrivo gli agenti hanno appreso che i membri della famiglia, ubriachi, avevano assunto l’atteggiamento violento.

La donna, che ha chiamato la polizia, ha detto agli agenti che il suo fratellastro li aveva inseguiti per strada brandendo un’arma. L’inseguimento è iniziato dopo che il tabellone del Monopoli e altri mobili sono stati rovesciati a causa di una discussione. Armstrong ha subito un taglio in testa. “Sì è passati rapidamente da una serata di gioco in famiglia ai mobili che sono stati girati e pezzi di gioco su tutto il pavimento”, ha detto l’agente del dipartimento di polizia di Tulsa Danny Bean.

Partita di Monopoly in famiglia finisce in dramma

Ad un certo punto, Armstrong e il suo patrigno hanno portato fuori la discussione, quando ha iniziato a inseguire l’uomo e la sua sorellastra per strada. Mentre stava inseguendo la coppia, avrebbe puntato la pistola contro di loro. Armstrong ha detto alla polizia di aver sparato un solo colpo “a terra”, ha detto Bean. “Ma ci siamo avvicinati a un omicidio per una partita a Monopoly”.

Ciò che ha causato l’acceso disaccordo in primo luogo è sconosciuto. “Non sappiamo se si trattava di pezzi di gioco, soldi finti, soldi veri, ma qualcosa lo ha scatenato”, ha detto. Secondo FOX23, l’uomo è stato arrestato subito dopo l’arrivo degli agenti sulla scena. “Non ci sono carte per uscire di prigione gratis nella vita, e gli abbiamo messo le manette e l’abbiamo portato in prigione’, ha detto Bean.

Armstrong è stato arrestato e trasferito nella prigione della contea di Tulsa con l’accusa di aggressione con un’arma mortale. “Quando ha premuto il grilletto, è stato allora che la serata di gioco in famiglia si è trasformata in un crimine”, ha detto Bean. La sua cauzione è stata fissata a 25mila dollari. La pistola usata da Armstrong non è stata recuperata immediatamente, tuttavia, secondo gli investigatori l’uomo può averla nascosta in casa sua prima dell’arresto. Armstrong tornerà in tribunale il 2 dicembre, secondo il Tulsa County Inmate Information Center.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Tenta di sedare una lite per questioni di traffico: 40enne ucciso di botte per strada a Terni

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com