Home » Scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule: possibile svolta per nuove terapie
Salute

Scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule: possibile svolta per nuove terapie

Scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule: possibile svolta per nuove terapie. È stato scoperto che l’invecchiamento delle cellule è regolato dal processo di riciclo dei componenti cellulari danneggiati o difettosi, in particolare nel nucleo. Il nucleo è la parte della cellula che contiene il Dna e il suo malfunzionamento può portare a un invecchiamento precoce, malattie e tumori.

La Fondazione greca Hellas per la ricerca e la tecnologia (Forth) ha pubblicato sulla rivista Nature Aging i risultati di uno studio che ha scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule. Il team di ricerca, guidato da Margarita-Elena Papandreou, ha esaminato i vermi Caenorhabditis elegans e i topi e ha scoperto che questo meccanismo è anche importante per la fertilità. Questa scoperta potrebbe quindi aprire la strada a nuove terapie in questo campo.

L’invecchiamento e il tumore sono entrambi accompagnati da un deterioramento della struttura del nucleo cellulare e da un ingrossamento di alcune strutture. Queste caratteristiche sono comuni anche in malattie associate a un invecchiamento precoce o anomalo, come la sindrome di Hutchinson-Gilford, la sindrome di Werner e altre.

Scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule: lo studio

I ricercatori hanno scoperto che la proteina di ancoraggio per l’involucro del nucleo, chiamata ANC-1, è responsabile del mantenimento delle strutture cellulari, della protezione della fertilità nelle cellule germinali e soprattutto del controllo del riciclo e della distruzione delle parti danneggiate. Questa proteina esiste in diverse versioni negli esseri umani, così come nei vermi Caenorhabditis elegans e nei topi, gli organismi su cui è stato condotto lo studio.

Siamo rimasti sorpresi nello scoprire che il riciclo del materiale cellulare sia un fattore così importante. È interessante notare che questo meccanismo è strettamente legato ai percorsi che promuovono la longevità delle cellule evidenziando come i due processi siano strettamente connessi”, ha detto Nektarios Tavernarakis, co-autore dello studio.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Scoperta la ‘strategia’ di diffusione delle metastasi: così “dirottano” le cellule sane

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com