Home » Agenzia delle Entrate regala pc, tablet e server: ecco come ricevere un dispositivi gratis
Italia News Tecnologia

Agenzia delle Entrate regala pc, tablet e server: ecco come ricevere un dispositivi gratis

Agenzia delle Entrate regala pc, tablet e server: ecco come ricevere un dispositivi gratis. L’Agenzia delle Entrate offre gratuitamente computer, tablet e altri dispositivi elettronici come PC, portatili e server, che non sono più utilizzati nei loro uffici, ma che sono ancora perfettamente funzionanti. Questa cessione è completamente gratuita e sarà assegnata tramite un bando a cui possono partecipare sia altri enti che soggetti privati per ricevere uno dei dispositivi.

Possono partecipare al bando e fare richiesta per ottenere un dispositivo informatico:

– istituti scolastici statali;
– istituti scolastici paritari;
– pubbliche amministrazioni;
– enti e organismi no-profit, anche di natura privata.

Le scuole dovranno identificarsi utilizzando il codice meccanografico assegnato dal ministero dell’Istruzione, mentre gli altri enti potranno fornire il loro codice fiscale come riferimento. Tuttavia, gli enti con sedi in diverse località a livello nazionale (ad esempio le forze dell’ordine) potranno utilizzare lo stesso codice fiscale, specificando la sede locale di riferimento.

Per presentare la richiesta, è necessario inviare una mail all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) cessionigratuite@pec.agenziaentrate.it entro le 12 di venerdì 3 febbraio 2023. È possibile inviare più richieste per soggetti diversi utilizzando lo stesso indirizzo PEC, purché le richieste siano inviate come domande separate. In caso di invio di più richieste per lo stesso soggetto, l’Agenzia delle Entrate considererà l’ultima richiesta ricevuta in ordine cronologico.

Per semplificare la procedura, l’Agenzia delle Entrate ha creato la piattaforma online “Phoenice”, disponibile all’indirizzo www.fiscooggi.it/phoenice, dove è possibile inserire il codice identificativo della gara (“AE2023”) e indicare la o le province in cui ricevere i computer e gli altri dispositivi elettronici in caso di assegnazione.

Una volta completato il processo, il sito genererà un file da scaricare e inviare via posta elettronica certificata, con oggetto “AE2023” e allegato rinominato “phoenice.xml”. Se ci sono domande multiple, ogni email deve avere un file con questo nome rinominato.

Agenzia delle Entrate regala pc, tablet e server: ecco come funziona

Dopo la chiusura del bando, verrà stilata una graduatoria che sarà pubblicata il 4 febbraio sia sul sito dell’Agenzia delle Entrate che al link www.fiscooggi.it/phoenice, rispettando i seguenti criteri di priorità in ordine decrescente:

1. Istituti scolastici statali e paritari degli enti locali;
2. pubbliche amministrazioni;
3. enti pubblici e privati appartenenti a categorie come associazioni senza fini di lucro, fondazioni, associazioni non riconosciute, organismi di volontariato di protezione civile, istituti scolastici paritari privati e altri enti e organismi di pubblica utilità.

Se la domanda è stata approvata, il beneficiario ha 15 giorni di tempo per contattare l’ufficio e prendere un appuntamento per il ritiro dei dispositivi, che dovrà essere effettuato personalmente presso il luogo in cui si trovano gli stessi. Trascorso questo periodo, l’ente verrà escluso dalla graduatoria e perderà i diritti acquisiti. I beni verranno quindi assegnati a chi è in coda nella graduatoria attraverso uno scorrimento.

L’Agenzia delle Entrate non fornirà il servizio di trasporto, quindi il ritiro dei dispositivi elettronici assegnati sarà completamente a carico del beneficiario. Chi si occuperà dell’operazione dovrà presentare i seguenti documenti:

– delega firmata dell’ente o organismo di appartenenza;
– documento di identità del delegato;
se necessario, documentazione che attesta la veridicità delle dichiarazioni fatte nella domanda, come l’iscrizione al registro associazioni, l’iscrizione al registro di protezione civile o lo statuto associativo che attesta l’assenza di finalità lucrative.

La mancata presentazione di questi documenti comporterà la perdita dei diritti acquisiti e dei beni assegnati.

I dispositivi informatici saranno ceduti nello stato in cui si trovano attualmente in possesso dell’Agenzia delle Entrate, senza alcuna garanzia in termini di funzionamento o assenza di difetti. Se il beneficiario decidesse di farli riparare, a proprie spese e laddove possibile e necessario, l’Agenzia delle Entrate non fornirà alcun tipo di assistenza o supporto.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com