Home » Allergia alle arachidi, ai bambini si possono dare ma solo in caso: la scoperta
Salute

Allergia alle arachidi, ai bambini si possono dare ma solo in caso: la scoperta

Allergia alle arachidi, ai bambini si possono dare ma solo in caso: la scoperta. Si possono dare le arachidi ai bambini allergici? Uno studio della Flinders University ha mostrato risultati promettenti riguardo l’utilizzo delle arachidi per i bambini allergici, ma devono essere bollite. Anche se la risposta definitiva, va precisato, non è ancora disponibile. Lo studio è stato condotto su 70 bambini allergici alle arachidi.

I bimbi hanno ricevuto per 12 settimane arachidi bollite per 12 ore, per altre 20 settimane arachidi bollite per 2 ore e per ulteriori 20 settimane arachidi tostate, con un obiettivo di una dose giornaliera di 12 arachidi tostate. Alla fine dello studio, il 80% dei partecipanti erano diventati desensibilizzati alle arachidi. Inoltre, eventi avversi sono stati segnalati nel 61% dei partecipanti, tre dei quali si sono ritirati dallo studio.

L’immunoterapia orale con arachidi bollite seguite da arachidi tostate rappresenta un approccio pragmatico che sembra efficace nell’indurre la desensibilizzazione ed è associato a un profilo di sicurezza favorevole”, scrivono gli autori della ricerca.

L’allergia alle arachidi è una reazione immunitaria eccessiva ad uno o più componenti delle arachidi. è una delle forme più comuni di allergia alimentare nei bambini e negli adulti.
I sintomi dell’allergia alle arachidi possono variare da lievi, come eruzioni cutanee o prurito, a gravi, come gonfiore del viso, difficoltà respiratorie e shock anafilattico.

Allergia alle arachidi, bollite ai bambini si possono dare

La diagnosi di allergia alle arachidi di solito si basa sull’anamnesi, i sintomi e i risultati di test cutanei e di laboratorio. Il trattamento principale per l’allergia alle arachidi è l’evitamento delle arachidi e dei prodotti che le contengono. In alcuni casi, i medici possono raccomandare la desensibilizzazione alimentare, che consiste nel somministrare piccole dosi di arachidi per un periodo di tempo gradualmente crescente per aiutare il corpo a tollerare le arachidi.

Per quanto riguarda la prevenzione, l’allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi di vita e l’introduzione tardiva di allergeni nella dieta del bambino (a partire dai 6 mesi) è stato dimostrato che può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare un’allergia alle arachidi.

Tuttavia, è importante notare che la ricerca in questo campo è ancora in evoluzione e che gli esperti raccomandano di parlare con un medico o un allergologo per determinare il piano di trattamento più adatto per ogni individuo.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Arachidi fanno bene ai giovani: scoperti 2 effetti benefici per il cervello

Tags
Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com