Curiosità World

“Sui social se dico che ho 69 anni non mi rispondono”, pensionato olandese chiede ai giudici di cambiargli l’età

Pensionato olandese chiede al tribunale di poter cambiare età

Un pensionato olandese quasi settantenne, Emile Ratelband, ha così chiesto in Tribunale di poter ufficialmente cambiare la propria data di nascita, il motivo? si sente discriminato nella ricerca di lavoro ma soprattutto nella ricerca di donne tramite l’app di appuntamenti Tinder.

L’uomo ha presentato la domanda a un tribunale della città di Arnhem, con la richiesta di spostare avanti di vent’anni il compleanno, dall’11 marzo 1949 all’11 marzo 1969, dopo aver eseguito un check up completo ed i medici gli hanno detto che ha il corpo di un uomo con vent’anni in meno.

Emile Ratelband ha basato la sua richiesta sul principio che chiunque può cambiare il nome ed il proprio sesso e quindi lui vuol cambiare la sua ertà, “avere 69 anni è limitante: se ne avrò 49 potrò comprare una nuova casa, guidare una macchina diversa, potrò lavorare di più. Quando sono su Tinder e dico che ho 69 anni non mi rispondono, quando ne avrò 49 anni, con la faccia che ho, sarò in una posizione di lusso” .

Imprenditore, ex uomo politico e autoproclamato “guru” del pensiero positivo e della programmazione neurolinguistica, Ratelband è un personaggio piuttosto noto sui media olandesi. Il tribunale di Arnhem dovrebbe pronunciarsi sul caso entro quattro settimane.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com