Home » Panico a Houston: l’uragano Harvey danneggia fabbrica chimica, rischio enorme esplosione
News World

Panico a Houston: l’uragano Harvey danneggia fabbrica chimica, rischio enorme esplosione

Houston, panico per i danni dell’uragano Harvey a una fabbrica chimica

L’uragano Harvey, il più potente abbattuto sugli Stati Uniti dal 2005, ha lasciato dietro di se almeno 35 morti. Un bilancio terrificante e provvisorio di quella che ora è stata declassata a tempesta tropicale e che tormenta il Texas dal 25 agosto. Ma un nuovo spaventoso allarme sta creando il panico negli Stati Uniti: gli operatori di una centrale chimica vicino Houston riferiscono che la fabbrica – di proprietà della società francese Arkema – potrebbe esplodere e c’è la possibilità che “si tratti di un’enorme esplosione”. Come misura precauzionale è stata ordinata l’evacuazione di un’area di tre chilometri.

La fabbrica, che produce perossido organico, si trova a Crosby, nella contea di Harris, a circa 40 km da Houston. I generatori di riserva hanno perso potenza a causa del black out e i prodotti chimici non sono più conservati al freddo. Una dinamica che ricorda sinistramente quella della centrale giapponese di Fukushima, anche se per fortuna in questo caso non si tratta di una centrale nucleare. I prodotti chimici “diventano volatili quando la temperatura aumenta. Potenzialmente esplosivi”, ha spiegato la portavoce dell’azienda Janet Smith. “Non è possibile in nessun modo prevedere o impedire l’esplosione. L’acqua alta e la mancanza di elettricità non ci danno modo di intervenire” ha dichiarato Rich Rowe, presidente e Ceo dell’Arkema, “i dipendenti sono stati allontanati, l’area evacuata”.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com