Home » Repubblica boccia Ronaldo: “Premiato ipocritamente da una Lega reverente. Pagato un fantastiliardo, ma senza di lui la Juve…”
Sport

Repubblica boccia Ronaldo: “Premiato ipocritamente da una Lega reverente. Pagato un fantastiliardo, ma senza di lui la Juve…”

Repubblica boccia Ronaldo nel pagellone di fine anno:

Repubblica boccia Ronaldo nel pagellone di fine anno. Finito con l’ ultima giornata, ieri sera, per il campionato di Serie A è tempo di giudizi. I quotidiani nazionali scrivono di promossi e bocciati della stagione 2018-19 giunta ormai al termine. I verdetti dicono Juventus campione d’ Italia, davanti a, rispettivamente, Napoli, Atalanta ed Inter che accedono alla prossima edizione della Champions League. A seguire Milan e Roma che accedono alla prossima edizione dell’ Europa League insieme alla Lazio, che vi accede per aver vinto la Coppa Italia. In fondo, Chievo Verona, Frosinone ed Empoli retrocedono in Serie B.

Per ciò che concerne i calciatori, a parte le varie vittorie di ruolo che hanno visto premiati Handanovic (Inter), come miglior portiere. Koulibaly (Napoli) come miglior difensore, Milinkovic Savic (Lazio) come miglior centrocampista. E Quagliarella (Sampdoria) come miglior attaccante. Mentre Ronaldo è stato premiato come miglio giocatore del campionato. E se per Quagliarella, capocannoniere del campionato con 26 gol, non vi sono obiezioni, per il premio dato a CR7 si registra qualche mugugno.

Come nel caso del collega Fabrizio Bocca che nel suo pagellone per Repubblica boccia Ronaldo: “Premiato ipocritamente da una reverente Lega di Serie A, come miglior giocatore del campionato. Ma non lo è stato. Ronaldo è un grandissimo campione, ma tranne forse la straordinaria partita con l’Atletico Madrid oggettivamente non ha fatto la differenza. Senza di lui la Juve aveva fatto anche di più. Mentre Ronaldo in alcune stagioni col Real di gol ne ha fatti pure più del doppio. Alla Juve è costato un fantastiliardo mica spicci”, si legge.

Per quanto rigiarda invece Quagliarella, Bocca scrive: “E’ stato giusto che la classifica marcatori l’abbia vinta lui: 26 gol, 5 più di Ronaldo. Indelicato farlo notare, ma è così. E’ come se il calcio, a 36 anni suonati, avesse deciso di restituirgli quello che gli aveva tolto prima. La vita e il calcio ovviamente continuano. Il ritorno a Napoli è il sogno, il finale lo sceglierà lui”.

Sullo stesso argomento:
Ronaldo citato per stupro, dall’Inghilterra annunciano: “Partita la caccia degli avvocati della Mayorga”

Sempre sullo stesso argomento:
Flop Ronaldo, quella con la Juventus è la peggior stagione degli ultimi 10 anni: i numeri impietosi del portoghese

Potrebbe interessarti anche:
Ronaldo: “Mi odiano perché sono bello e ricco. C’è una cosa che mi dà fastidio. A volte sono stato un po’ troppo sincero…”

Oppure potrebbe interessarti anche:
Cristiano Ronaldo, modella venezuelana Alexandra Mendez racconta la scommessa osè dell’attaccante della Juve

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com