Home » Modena, va al pronto soccorso senza Green pass, paziente respinta ma non è obbligatorio: è polemica
Cronaca

Modena, va al pronto soccorso senza Green pass, paziente respinta ma non è obbligatorio: è polemica

Modena, va al pronto soccorso senza Green pass, paziente respinta ma non è obbligatorio: è polemica. È accaduto la scorsa domenica, 5 settembre, al Policlinico di Modena. Qui è arrivata una donna di 24 anni per una congiuntivite. Ma al ‘tendone’ dell’accesso principale, una addetta ai controlli di una compagnia di vigilanza le avrebbe detto che non poteva entrare senza il Green pass, che in realtà è obbligatorio solo per gli accompagnatori.

A riportare la notizia è l’edizione modenese de ‘Il Resto del Carlino’, secondo cui in un secondo momento la giovane si è rivolta direttamente al pronto soccorso oculistico dove invece è stata accolta senza che le chiedessero nulla, giustamente. La paziente ira ha fatto sapere che è pronta a denunciare il fatto, avvertendo le forze dell’ordine.

La Regione, come riportato sul sito il 14 agosto 2021, ricorda che è obbligatorio il Green pass solo per le persona in visita ai degenti. E che «in nessuna parte del decreto si legge come agli stessi pazienti sia richiesto il certificato verde Covid per poter accedere al reparto di pronto Soccorso», come previsto dal decreto legge del Governo del 23 luglio.

Modena, va al pronto soccorso senza Green pass, paziente respinta ma non è obbligatorio: la replica dell’ospedale

«Se c’è stato un difetto di comunicazione ci scusiamo per il disagio arrecato alla paziente, che è comunque stata poi visitata in tempi brevi dal Ps Oculistico che ha potuto diagnosticare fortunatamente una patologia lieve, con priorità bianca e sintomi che duravano da qualche giorno».

«È evidente che ci sia stato un malinteso tra l’operatrice al punto d’accesso, che non ha compreso la destinazione, e la paziente, che ha frainteso la segnaletica e la richiesta dell’operatrice. Come è chiaramente evidenziato dalla segnaletica agli ingressi, il possesso del Green Pass è richiesto a visitatori e caregiver.

Mentre non è necessario per chi si rivolga alla struttura per effettuare una prestazione ambulatoriale, poiché esistono percorsi specifici che consentono di ricevere le prestazioni in sicurezza. Sempre nell’ambito di percorsi sicuri, ovviamente, sono anche garantiti gli accessi in urgenza al Ps», spiega ancora l’Aou di Modena, sottolineando che si tratta di regole valide in tutto il territorio regionale.

Per quanto riguarda gli operatori presenti al punto d’accesso, l’azienda sanitaria Modenese spiega che «non si tratta di guardie giurate ma di operatori della Coop Service addetti alla verifica dei requisiti di accesso, sono formati e informati su tutte le disposizioni di legge. È evidente che ci sia stato un malinteso. Il nostro personale è impegnato al massimo per garantire la sicurezza dell’accesso, in situazioni spesso concitate, dove è necessario vagliare le diverse sfaccettature della norma».

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Sassari, accoltella la compagna e si impicca: donna in gravissime condizioni

Modena, va al pronto soccorso senza Green pass, paziente respinta ma non è obbligatorio: è polemica

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com