Home » Sport femminile finalmente riconosciuto
Sport

Sport femminile finalmente riconosciuto

Sport femminile finalmente riconosciuto. Non vi è dubbio che quando si parla di sport come il calcio, si parla automaticamente di attività che ruotano del tutto attorno all’universo maschile. Ma le cose stanno piacevolmente cambiando e lo sport femminile sta riuscendo ad avere le attenzioni meritate. Scopriamo insieme tutti i dettagli nell’articolo che abbiamo appositamente preparato per voi.

Anticipazione sui cambiamenti importanti degli ultimi tempi

La storia parla chiaro, gli sport maggiormente seguiti sono maschili, soprattutto quelli che vedono il coinvolgimento di squadre come nel calcio. Come poter dire il contrario; si potrebbe affermare di esso che ne esista una sola versione, quella costituita da giocatori di sesso maschile. Ma ormai non è più così. Il calcio femminile diventa infatti professionistico dal primo luglio del 2022.

Nuove prospettive per gli appassionati scommettitori che potranno puntare sulle squadre femminili e non solo, per chi ama divertirsi giocando, i top casinò online stranieri su casinononaams.co dimostrano come sia possibile passare il proprio tempo in totale svago anche con titoli progettati rispettando il tema calcistico per quanto riguarda grafiche ed ambiente sonoro, il tutto in piena sicurezza.

Finalmente il calcio femminile diventa professionistico

Ebbene, come accennato ad inizio articolo, dal primo di luglio dell’anno in corso, grazie alla decisione della Federcalcio il calcio femminile diventerà uno sport professionistico. Ciò nonostante, questo sarà inizialmente limitato alla serie A, mentre la serie B per adesso rimarrà dilettantistica. Questo è comunque un grande traguardo che segna un momento storico importante. Sono state attuate tutte le chiarificazioni del caso relative agli aspetti normativi e ogni ulteriore dettaglio che riguarderà questo sport ormai pienamente riconosciuto anche a livello professionale.

“E’ un’ottima notizia, sono molto contento. E mi ha sorpreso leggere le resistenze della Serie A su questo. E’ l’opposto! Mi auguro che la Lega Serie A giunga presto ad avere due divisioni, maschile e femminile, così da poter valorizzare ancora di più un movimento in forte crescita”. Queste le parole del presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini, spese a favore di questa manovra importante.

Interesse popolare in crescita

L’interesse popolare relativamente allo sport femminile è indubbiamente in rimonta e molto si sta ragionando anche in termini di uguaglianza sotto il profilo delle regole del gioco. C’è chi è favorevole ad una equalizzazione tra mondo del calcio maschile e femmnile, c’è chi invece crede sia necessario una riformulazione di alcuni aspetti, semplicemente con lo scopo di adattarli a fattori di indubbia certezza, come quelli legati alle differenti corporature, fattori fisici imprescindibili. Le diverse stature che comprendono peso e altezza leggermente più bassi, oltre che complessi equilibri come quello del ciclo mestruale, potrebbero influenzare le competizioni.

Per tale motivo dovrebbero essere inevitabilmente presi in considerazione conseguenti adattamenti. Di progressi ne sono stati indubbiamente fatti, basterebbe porre uno sguardo indietro a circa 100 anni fa, in cui il proprio il calcio giocato dalle donne era addirittura considerato indecente. Vedremo dunque cosa succederà dal primo luglio 2022, in un futuro del tutto roseo e tutto da scrivere in cui a capo vi è l’abbattimento di ogni stereotipo di genere (foto: Bruno Fontanarosa).

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Presunto razzismo, dubbi sulla pizza e Calcio polveriera: Napoli ossessione estate 2022

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com