Home » Minacciava i dipendenti e si firmava Dio. L’assurda storia del datore di lavore nel padovano
News

Minacciava i dipendenti e si firmava Dio. L’assurda storia del datore di lavore nel padovano

Il responsabile di un’azienda nel padovano minacciava i dipendenti e si firmava Dio

“Dal 31 luglio uno di voi rimarrà a casa. Godo solo al pensiero che starete tutti in ansia. Un bacio da Dio”. Questo è solo uno dei tanti messaggi con cui il responsabile di un’azienda nel padovano terrorizzava i propri dipendenti nella chat di gruppo. L’azienda, che si occupa di televendite, obbligava a turni massacranti, lavoro in nero e retribuzioni mancanti. I dipendenti, molti giovanissimi, si sono “ribellati”, hanno lasciato il lavoro ed hanno intentato una causa ai titolari.

La storia arriva dal Veneto e a raccontarla è il Gazzettino: “Avevamo turni massacranti – sottolinea Giada – Anche dodici ore senza pausa pranzo, dalle otto alle venti, in spazi piccoli. Quando uscivamo avevamo la nausea. Venivamo trattati malissimo, insultati anche in diretta televisiva”. Così dopo mesi di trattamenti umilianti, retribuzioni mancanti e lavoro in nero, sei dipendenti hanno mollato l’azienda e ora chiedono le ultime retribuzioni e il tfr. La vicenda ora sarà seguita da uno studio legale “anche perché – spiega Adl Cobas – l’azienda ha rifiutato ogni tipo di accordo che il sindacato ha provato a proporgli”.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com