Home » Tangenti nella Sanità, medico dell’ospedale Pini di Milano arrestato per corruzione e turbativa d’asta.
Cronaca

Tangenti nella Sanità, medico dell’ospedale Pini di Milano arrestato per corruzione e turbativa d’asta.

Arrestato per corruzione e turbativa d’asta Norberto Confalonieri, responsabile del dipartimento di Ortopedia e Traumatologia all’ospedale Gaetano Pini di Milano

Il medico Norberto Confalonieri, responsabile del dipartimento di Ortopedia e Traumatologia all’ospedale Gaetano Pini di Milano è stato arrestato per corruzione e turbativa d’asta. Si trova ai domiciliari. Secondo l’accusa, avrebbe sponsorizzato l’acquisto di protesi e in cambio avrebbe ottenuto soldi e inviti a convegni e programmi tv per i suoi rapporti con dipendenti di alcune multinazionali.

Nell’ambito dell’inchiesta, il gip Teresa De Pascale ha emesso, su richiesta dei pm Eugenio Fusco e Letizia Mannella, anche alcune misure interdittive, tra cui quelle nei confronti di quattro dipendenti di due multinazionali farmaceutiche, Johnson & Johnson e B. Braun.

Indagini anche su danni fisici pazienti – Il procuratore di Milano Francesco Greco, in un comunicato, ha dichiarato che sono “in corso ulteriori attività investigative al fine di definire eventuali responsabilità del chirurgo in relazione a taluni interventi conclusi con danni fisici per i pazienti”. Come si legge nella nota, Confalonieri sarebbe stato “al centro di una ramificata e consolidata rete di relazioni corruttive”.

Il medico, scrive la Procura, “in situazione di conflitto d’interessi e in violazione dei propri doveri di ufficio, in un arco temporale tra il 2012 e il 2015, ha costantemente asservito la sua funzione agli interessi delle società fornitrici Johnson & Johnson e B. Braun”. Le due società, indagate in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, avrebbero “remunerato” il medico con “contratti di consulenza ‘occulti’ e con altre utilità materiali e immateriali, economicamente apprezzabili, estese anche ai suoi familiari”.

Gli altri indagati – Nei confronti di altri 5 indagati sono state emesse misure interdittive. Una riguarda Luigi Ortaglio, responsabile del Provveditorato Economato dell’Azienda Socio-sanitaria territoriale Nord Milano di Sesto San Giovanni, accusato di turbativa d’asta e per cui è stata disposta la sospensione dall’esercizio della pubblica funzione per un anno.

Per altri 4 indagati, invece, accusati di corruzione e turbativa, è stata emessa la misura del “divieto temporaneo di esercitare le rispettive attività professionali e imprenditoriali” per un anno. Si tratta di dipendenti di multinazionali fornitrici di protesi, che Confalonieri sponsorizzava per l’acquisto nella struttura sanitaria e in cambio riceveva soldi e altre utilità. Lo riporta skytg24.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com