Home » Federica Masolin: “Passo al Calcio ma non abbandono la F1. Per me è sbocciato l’amore…”
Televisione

Federica Masolin: “Passo al Calcio ma non abbandono la F1. Per me è sbocciato l’amore…”

Federica Masolin: “Passo al Calcio ma non abbandono la F1. Per me è sbocciato l’amore…”. La giornalista volto Sky per la Formula 1 a breve inizia la sua esperienza con il pallone e ne parla in una intervista a ‘Tv Sorrisi e Canzoni$. Ve ne proponiamo alcuni passaggi.

[…] social, su Instagram ha raggiunto quota 500 mila.
«Ah sì? Devo fare un bel ringraziamento ai ragazzi, ma la cosa bella dei social è che ho trovato tantissime ragazze che mi seguono chiedendomi consigli su come si può fare il mio lavoro. Bello questo interesse per ilmondo dei motori, uno sport considerato appannaggio degli uomini. Sono appassionate, ne capiscono, mi piace questo riscontro e il confronto che ho con loro. Quando posso cerco sempre di rispondere».

A Zandvoort ha festeggiato le 150 presenze a un Gran Premio di Formula 1.
«Mi creda, non lo sapevo! Me l’hanno ricordato dei ragazzi che mi seguono sui social, evidentemente molto più bravi di me. Fino a quando avrò la passione, la voglia di scoprire, di raccontare, questo è il lavoro perfetto. Perché coniuga il mio amore per lo sport, per i viaggi, per l’incontro con la gente, con le culture».

Federica Masolin: “Calcio? Si ma non abbandono la Formula 1”

A breve, su Sky inizia anche il suo impegno con il calcio.
«Sarà un bel connubio quello tra calcio e Formula 1, poi l’impegno per i Gran Premi si sviluppa da giovedì a domenica, io con il pallone vado in onda il lunedì sera, tutto sembra fatto apposta per me (ride). Scherzi a parte, sono molto felice di questa novità, anche se è un po’ un ritorno alle origini visto che mi ero già occupata di calcio. Ma io amo tutto lo sport e penso che quante più conoscenze uno abbia, e quanti più mondi si frequentino, non possano che migliorarti, nell’aprire anche i tuoi orizzonti, nel cogliere il sottile filo che unisce gli atleti.

Sono tutti ragazzi che fanno dello sport la loro ragione di vita. La Formula 1 non è tanto diversa dal calcio nella dinamica di approccio al lavoro, poi certo ogni disciplina ha le sue peculiarità, è ben diversi sono anche i rischi fisici che si corrono. Però sono dei mondi talmente ampi e belli da raccontare, ma soprattutto in momenti così complicati che, lo dico sempre e sembro anche un po’ banale, è un privilegio poter dare la possibilità, a me stessa di viverli, ma soprattutto agli altri di renderli partecipi. Sono un momento di distrazione, di tifo, di passione. E’ bello, lo sport è meraviglioso, aggrega, divide, unisce, a me piace tanto».

Insomma, possiamo tranquillizzare i suoi numerosissimi fan?
«Certo, non abbandono la Formula 1, manterrò il mio ruolo di conduttrice che è iniziato in Australia nel 2014, e dopo aver superato il traguardo delle 150 presenze mi auguro che ce ne siano altrettante o magari di più. Lo voglio dire chiaramente. E’ un grande amore quello sbocciato fra me e la Formula 1, quindi come tutti i grandi amori spero possa continuare il più a lungo possibile».

Seguici anche su Facebook

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com