Home » Differenze e benefici tra Caffè e tè: il primo batte secondo ma entrambi hanno una qualità
Salute

Differenze e benefici tra Caffè e tè: il primo batte secondo ma entrambi hanno una qualità

Differenze e benefici tra Caffè e tè: il primo batte secondo ma entrambi hanno una qualità. Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, bere caffè porta vari benefici per la salute. Gli scienziati del Baker Heart and Diabetes Research Institute, di Melbourne, in Australia, hanno esaminato le associazioni tra diverse tipologie di caffè e aritmie, problemi cardiovascolari e decessi. Dallo studio è emerso che chi beve caffè, in quantitativi moderati, è associato a una maggiore longevità e a un’aspettativa di vita più elevata.

Ma anche il tè ha molti benefici, oltre a un gusto diverso che può soddisfare chi non gradisce il caffè. Ma quali sono le differenze e benefici tra Caffè e tè? A rispondere alla domanda è il Washington Post in un articolo.

A vantaggio del primo va il fatto che uno studio pubblicato sulla National Library of Medicine ha rilevato che in media il caffè contiene tra 1,1 e 1,8 grammi di fibre per tazza, a seconda che sia filtrato, espresso o istantaneo e che risulta avere “più fibra” di quella che si può trovare nel succo d’arancia, ad esempio, “che ha circa mezzo grammo di fibra per tazza”.

Differenze e benefici tra Caffè e tè

Tira le somme lo studio descritto dal Times, e ripreso da AGI, si avrà comunque bisogno di mangiare “molta frutta e verdura per ottenere i 25 grammi raccomandati” di fibra al giorno. Ma “due o tre tazze di caffè quotidiane possono aiutare ad arrivarci”, mentre una tazza di tè in genere “non aiuterà a soddisfare il fabbisogno giornaliero di fibre”, a meno che “non si decida di sgranocchiare le foglie di tè”.

Meglio il caffè per il microbioma intestinale. Per quanto riguarda invece il minor rischio di malattie cardiache, qua c’è un pareggio. Il caffè è favorito nella ‘gara’ rischio cancro più basso. Mentre ci sono “poche prove a sostegno dell’ipotesi che il consumo di tè sia associato al rischio di cancro”. Diabete di tipo 2? Vince il caffè. Livelli di stress? Vince il tè. Longevità? Round in pareggio.

“Il caffè ha la meglio” è la sentenza ultima, perché “i bevitori di caffè possono aumentare la fibra, la salute del microbioma e ridurre il rischio di cancro e diabete” ma i bevitori di tè non si disperino, perché “il tè fa senza dubbio bene alla pressione sanguigna, al colesterolo, ai livelli di stress, alla salute mentale e alla produttività”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Tags
Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com