Home » Scoperto un microganismo che mangia i virus: “È di rilevanza globale”
Salute

Scoperto un microganismo che mangia i virus: “È di rilevanza globale”

Scoperto un microganismo che mangia i virus: “Rilevanza globale”. È stato scoperto un microrganismo, chiamato Halteria, che si nutre esclusivamente di virus. Questa scoperta potrebbe avere un impatto significativo e ancora sconosciuto sul bilanciamento del carbonio a livello globale. È stato un gruppo di ricercatori dell’Università del Nebraska, a Lincoln, a scoprire questi comune microrganismo d’acqua dolce che ha una dieta a base di virus. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) degli Stati Uniti.

Gli Halteria sono un tipo comune di microrganismo planktonico presente in acque dolci. Questi organismi sono caratterizzati da lunghe ciglia che gli consentono di muoversi nell’acqua. Per comprendere meglio il loro comportamento e le loro abitudini alimentari, i ricercatori hanno condotto esperimenti per anni, scoprendo infine che gli Halteria potrebbero svolgere un ruolo ecologico fondamentale nell’equilibrio della presenza di virus nell’ambiente acquatico.

I ricercatori hanno osservato che quando le popolazioni di Halteria venivano esposte a clorovirus, un tipo molto comune di virus giganti che infettano principalmente le microscopiche alghe verdi, le popolazioni di Halteria crescevano rapidamente mentre quelle dei clorovirus diminuivano in modo significativo.

Scoperto un microganismo che mangia i virus

“Se facciamo una stima approssimativa di quanti virus e quanti microrganismi ciliati ci siano nelle acque, si può facilmente comprendere che attraverso questa catena alimentare c’è un enorme movimento di energia. Se ciò avviene su larga scala dobbiamo ripensare alla nostra visione del ciclo globale del carbonio”, ha detto John DeLong, l’ecologo responsabile dello studio.

Era già noto che alcuni microrganismi si nutrivano di virus, ma lo studio americano suggerisce che gli Halteria siano i primi ad avere una dieta così specializzata. L’impatto che questi organismi hanno sul ciclo del carbonio potrebbe essere rilevante anche a livello globale.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
Scoperto il meccanismo che regola l’invecchiamento delle cellule: possibile svolta per nuove terapie

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com