Home » Sisma Amatrice, il sindaco Pirozzi è indagato per omicidio colposo
Cronaca Italia News

Sisma Amatrice, il sindaco Pirozzi è indagato per omicidio colposo

Questa mattina sono stati notificati gli avvisi di conclusione delle indagini al sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi ed ad altre 7 persone

Il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, candidato alla presidenza della Regione Lazio è stato raggiunto da un avviso di conclusione indagini in merito al crollo di una delle tre palazzine di Largo Sagnotti, avvenuto durante il terremoto del 24 agosto 2016.
Insieme a Pirozzi, a quanto apprende l’ANSA da fonti giudiziarie, risulterebbe indagate altre 7 persone. L’ipotesi di reato contestata è di omicidio colposo. Nel crollo delle palazzine di piazza Sagnotti persero la vita 19 persone.
“In cooperazione colposa tra loro, nelle rispettive qualità e con le condotte commissive e omissive, non impedivano il crollo dell’edificio”. Recita così uno dei passaggi dell’avviso di conclusione delle indagini notificato questa mattina agli indagati.
Secondo i pm Lorenzo Francia e Rocco Gustavo Maruotti, la palazzina ex Ina casa, che in seguito al sisma de L’Aquila fu sgomberata dall’allora sindaco di Amatrice Carlo Fedeli, fu oggetto di un intervento di ristrutturazione sulla base di un progetto che conteneva “gravi errori”, un “indicatore di rischio inattendibile e non realistico” e un “errato coefficiente di vulnerabilità sismica addirittura superiore a 1”.
“Come se l’edificio, progettato e realizzato (ante 1950) con vecchie normative ormai superate, fosse addirittura adeguato rispetto alle norme tecniche del 2008”. Ma così non era, hanno evidenziato le indagini, in quanto la ristrutturazione si limitò a una “scucitura/smontaggio della muratura in pietra che risultava “spanciata” dopo il sisma de L’Aquila” senza collegamenti, ad esempio collegando i solai con “barre d’acciaio”.

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com