Home » Gli uomini meno focosi hanno il doppio delle probabilità di morte prematura: lo studio sulla libido
Benessere Salute

Gli uomini meno focosi hanno il doppio delle probabilità di morte prematura: lo studio sulla libido

Gli uomini meno focosi hanno il doppio delle probabilità di morte prematura: lo studio sulla libido. Gli uomini meno focosa e con bassa libido hanno fino al doppio delle probabilità di subire una morte prematura rispetto ai loro coetanei, è quanto emerge da uno studio dell’Università di Yamagata, in Giappone.

Secondo i ricercatori una persistente mancanza di interesse sessuale può essere un segno di cattive abitudini come fumare, bere o mangiare troppo, che aumentano il rischio di malattie croniche. Gli studiosi hanno esaminato le cartelle cliniche e le risposte ai sondaggi di oltre 20.000 uomini e donne in Giappone per oltre un decennio.

I risultati mostrano che i maschi sopra i 40 anni con bassa libido avevano quasi il doppio delle probabilità di morire di cancro, mentre il rischio di morte per malattie cardiache era una volta e mezza maggiore. I risultati non cambiano anche dopo che gli scienziati hanno tenuto conto del fumo, dell’uso di alcol, del BMI, delle condizioni di salute sottostanti, dei livelli di esercizio e di altre variabili. I ricercatori ipotizzano che cattive abitudini di vita abbiano ridotto le pulsioni sessuali degli uomini.

Come riferiscono gli autori dello studio ripreso da Daily Mail: “Sebbene l’attività sessuale e la soddisfazione sessuale siano considerate di beneficio per la salute psicologica e il benessere nei gruppi più anziani, l’associazione tra interesse sessuale e longevità non è stata studiata. Questo studio è il primo a esaminare in modo prospettico le associazioni tra interesse sessuale e mortalità per tutte le cause, e mortalità cardiovascolare e per cancro in una popolazione basata sulla comunità”.

Lo studio, pubblicato sulla rivista PLOS One, è stato il primo a studiare l’associazione tra libido e mortalità. Nel campione di 20.969 persone – 8.558 maschi e 12.411 femmine – gli scienziati hanno studiato i risultati dei controlli sanitari delle persone durante i quali è stato chiesto loro di compilare questionari sull’interesse sessuale. Le donne avevano più del doppio delle probabilità di riportare una libido inferiore, ma gli scienziati non hanno stabilito un legame tra questo e la mortalità.

Gli uomini meno focosi hanno il doppio delle probabilità di morte prematura

Le persone che hanno segnalato una mancanza di interesse per il sesso tendevano all’invecchiamento, avevano maggiori probabilità di bere di più, avevano il diabete, ridevano di meno, sperimentavano una sorta di disagio psicologico e avevano livelli di istruzione inferiori. Gli uomini con un desiderio sessuale inferiore erano anche più propensi a segnalare la mancanza di “ikigai”, un termine giapponese per una ragione di vita, o la gioia e l’obiettivo di avere una vita degna di essere vissuta.

“Sulla base di questi risultati, ipotizziamo che il mantenimento dell’interesse sessuale possa essere correlato al benessere psicologico positivo e all’ikigai, specialmente tra gli uomini”, hanno scritto gli scienziati.

Sebbene non abbiano individuato la ragione del legame tra longevità e libido, le loro scoperte supportano la scienza consolidata per sostenere l’idea che una vita sessuale sana contribuisca a una migliore salute in generale. I benefici del sesso sono di ampia portata e possono migliorare il sonno, rafforzare il sistema immunitario, reprimere la depressione e l’ansia e migliorare la salute del cuore.

Tuttavia, “sono necessari ulteriori studi per chiarire i meccanismi alla base degli effetti preventivi dell’interesse sessuale sulla mortalità”, hanno concluso gli scienziati.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui

Leggi anche:
I killer della passione: ecco i 15 alimenti da non consumare assolutamente prima di un rapporto sessuale

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com