Home » FOTO – Porto Cervo, trovato un capodoglio spiaggiato: aveva ingerito oltre 20 chili di plastica
Animali Italia Natura News

FOTO – Porto Cervo, trovato un capodoglio spiaggiato: aveva ingerito oltre 20 chili di plastica

A Porto Cervo è stato trovato un capodoglio di oltre 6 metri

E’ stato trovato un capodoglio di circa 6 metri morto sulla spiaggia di Porto Cervo. A dare l’annuncio, dopo la scoperta, è stato Luca Bittau della onlus SeaMe che si occupa di tutelare la risorsa marina. I veterinari dell’IZS di Sassari e dell’Università Padova hanno analizzato la carcassa dell’animale per capire le cause dello spiaggiamento. I risultati delle analisi hanno lasciato senza parole.

L’animale sarebbe morto per malnutrizione, ma all’interno del corpo è stato trovato un feto i circa 2 metri e 40 in via di decomposizione e oltre venti chili di plastica. Piatti monouso, un tubo usato per gli impianti elettrici, le comuni buste per la spesa, lenze e anche il contenitore di un detersivo. Oltre ad altri rifiuti abbandonati in mare. 

Bittau e la Onlus SeaMe Sardinia, sono a lavoro per sensibilizzare la popolazione sull’uso indiscriminato della plastica e sulle conseguenze devastanti dello sversamento in mare dei rifiuti. La Onlus, tramite i social ha reso noto. “Stiamo cercando di sensibilizzare tutti gli enti pubblici e privati del territorio della Gallura ad aiutarci a PRESERVARE ED ESPORRE LO SCHELETRO. Sarebbe davvero un peccato se questo cetaceo andasse PERDUTO, perdendo anche l’opportunità, per tutto il territorio, di conoscere la sua storia, i problemi a cui la popolazione di capodogli e degli altri cetacei va incontro, e le minacce, tra cui il grande problema delle plastiche, che questi animali ingeriscono. Un’opportunità per sempre, che per generazioni rimarrebbe fruibile, per sensibilizzare sul rispetto del mare e della natura. Vorremmo lanciare una campagna per DARGLI UN NOME e adottare questo povero animale, che vivrebbe, come scheletro, ma porterebbe un messaggio e un monito per tutte le nostre azioni future”.

Foto: SeaMe Sardinia/Facebook

 

Loading...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com