Home » Paura all’aeroporto di Bergamo, dai magazzini spunta un gigantesco ragno lupo
Animali Cronaca

Paura all’aeroporto di Bergamo, dai magazzini spunta un gigantesco ragno lupo

Momenti di paura all’aeroporto di Bergamo (Orio): spunta un gigantesco ragno lupo

Paura all’aeroporto di Bergamo, dai magazzini spunta un gigantesco ragno lupo. Terrificante scoperta all’interno dei magazzini di un noto servizio di logistica dell’aeroporto di Orio al serio a Bergamo, dove ieri, venerdì 9 ottobre, è stato trovato un esemplare di ragno molto grande che ha scatenato non poco trambusto. I dipendenti preoccupati che si potesse trattare di una specie alloctona, proveniente da chissà quale parte del mondo, hanno chiamato la Sezione di Bergamo dell’Ente Nazionale Protezione Animali.

Giunti sul posto dopo le prime indicazioni date per telefono, i volontari Enpa hanno portato l’animale al museo Caffi dove Paolo Pantini, conservatore di zoologia degli invertebrati ha effettuato una valutazione. Risultato: si trattava di un esemplare di Hogna Radiata, più comunemente noto come ragno lupo. Dunque nessuna provenienza esotica. L’animale, essendo una specie autoctona, è stato quindi rilasciato in area naturale.

Come riferisce l’Enpa, “una delle principali differenze tra il ragno lupo e gli altri ragni è il fatto che questo aracnide non tesse una ragnatela per ingannare e catturare le prede ma aspetta nascosto e al momento opportuno si lancia sulla preda.

Qualsiasi altro ragno, poi, in presenza dell’uomo o di un qualsiasi animale domestico, fugge sulla propria ragnatela. Il ragno lupo invece ha una tana, che potrebbe trovarsi in una porta o finestra nella casa o nell’edificio dove lo avete trovato. Infine, assomigliano molto alle tarantole ma sono molto più pelosi e sono sempre marroni o grigi con alcune linee marcate sul corpo e sono dotati di tre artigli tarsali sulle zampe”.

Seguici anche su Facebook

Leggi anche:
Bergamo, comitato vittime: “Covid il più grande scandalo sanitario della storia. Pronte 150 denunce”

Boccia: “Chiusura Regioni non è da escludere”. Ecco il piano

Sandra Milo: “Ho bisogno di lavorare per mantenere i miei figli”

Loading...
ForzAzzurri.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Read more
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com