Home » Lea T attacca Verissimo per l’ospitata Meloni: “Trono sporco di sangue. Non mandate in onda la mia intervista”
Gossip Televisione

Lea T attacca Verissimo per l’ospitata Meloni: “Trono sporco di sangue. Non mandate in onda la mia intervista”

Lea T attacca Verissimo per l’ospitata Meloni, la modella transgender punta il dito contro la mancata messa in onda della sua intervista

Lea T attacca Verissimo per l’ospitata Meloni: “Trono sporco di sangue. Non mandate in onda la mia intervista”. Gravissime accuse da parte della modella transgender nei confronti di Verissimo. La figlia dell’ex calciatore accusa la trasmissione di Canale 5 di censura e discriminazione dopo che la sua intervista che doveva andare in onda sabato scorso, invece non è stata trasmessa.

“Ho già dedicato troppo tempo al vostro programma. Preferisco continuare il mio percorso senza di voi, sperando con tutto il cuore che la puntata non esca mai, poiché il mio pensiero socio-politico è distante anni luce dal vostro. Silenziare certi gruppi è la prima mossa per continuare seduti in quel vostro trono sporco di sangue! Questo CIStema è miserabile come la vostra storia! Verissimo, niente di nuovo”, ha scritto l’ex concorrente di Ballando con le stelle, sabato scorso sul suo profilo Instagram in un post scomparso qualche ora dopo.

La modella, che calca le passerelle internazionali, ha però lanciato la bomba, facendo riferimenti chiari, seppur senza citazione diretta, all’ospitata di Giorgia Meloni, la cui intervista è invece andata in onda durante la puntata di sabato scorso, 8 maggio.

E non solo, perché il riferimento appare ancora più chiaro dagli altri repost, tra qui quello al suo manager Piero Piazzi che tira in ballo proprio Giorgia Meloni. La mancata messa in onda dell’intervista realizzata da Leandra Medeiros Cerezo, questo il vero nome della figlia del calciatore brasiliano Toninho Cerezo.

Lea T attacca Verissimo per l’ospitata Meloni: la querelle

Ma cosa è successo allora tra Verissimo e Lea T? A spiegarlo è ‘Il Fatto quotidiano’, secondo cui, non si tratta di censura o discriminazione ma di esigenze organizzative e artistiche. Ai tempi del Covid sono infatti state registrate in anticipo alcune interviste. Tra queste anche quella a Lea T, realizzata a metà febbraio, che avrebbe dovuto andare proprio in onda sabato scorso. Per una questione di incastri tecnici e tempi televisivi si è scelto di non sacrificarla e di farla slittare di una settimana.

Nessuna censura, nessuna cancellazione. Soprattutto nessuna linea politica a favore o contro qualcuno. L’ospitata di Giorgia Meloni è arrivata infatti dopo l’apertura al mondo politico, non a caso in questa stagione erano già stati a Verissimo anche il pentastellato Rocco Casalino e la renziana Maria Elena Boschi. L’intervista di Lea T, già registrata, stando ‘Il Fatto quotidiano, andrà comunque in onda sabato 15 maggio.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Covid, l’attore Rahul Vohr muore a 35 anni e lascia un video di addio: “Sarei sopravvissuto con cure migliori”

Cairo attacca Agnelli: “Su Superlega Nessun passo indietro, si è defilato solo per un motivo”

Maxi tamponamento sulla A1: 8 Tir si schiantano tra loro. Traffico in tilt – VIDEO

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com