Home » Vaiolo scimmie, Gismondo: “Non è grave ma c’è un problema”
Salute

Vaiolo scimmie, Gismondo: “Non è grave ma c’è un problema”

Vaiolo scimmie, Gismondo: “Non è grave ma c’è un problema”. Dopo l’isolamento del virus del vaiolo delle scimmie “si può procedere con le ricerche su nuove molecole antivirali” dal momento che “non ci sono terapie mirate”, a dirlo è Maria Rita Gismondo, la direttrice del laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano che ha isolato il “monkeypoxvirus”.

La virologa precisa che si tratta di una malattia “non grave, che non minaccia letalità se non in casi rarissimi di persone fragili o immunocompromesse”.

Vaiolo scimmie, Gismondo: “Non è grave”

E a tal proposito l’Ordine dei medici, per fare chiarezza, ha voluto precisare i rischi di infenzione, dopo alcune dichiarazioni delle istituzioni sanitarie sul contagio fra uomini omosessuali, al fine di per evitare lo stigma alla comunità.

“L’infezione può derivare da uno stretto contatto con secrezioni respiratorie, lesioni cutanee di una persona infetta od oggetti recentemente contaminati. La trasmissione attraverso le particelle respiratorie delle goccioline di solito richiede un contatto faccia a faccia prolungato, il che mette a maggior rischio il personale sanitario oppure i membri della famiglia dei casi attivi.

La catena di trasmissione più lunga documentata in una comunità è stata di sei infezioni successive da persona a persona. La trasmissione può avvenire anche attraverso la placenta dalla madre al feto (vaiolo delle scimmie congenito)”.

Seguici anche su Facebook. Clicca qui per diventare fan della nostra pagina

Leggi anche:
Fa rasare i capelli dei figli con il logo della Juve, accusato di maltrattamenti: bimbi presi in giro dai compagni

Mamma lascia il telefono aperto, figlio di 2 anni ordina 31 cheeseburger e lascia mancia generosa

Bloccato nella Tesla in fiamme perché le maniglie non escono: medico muore carbonizzato

Ospedaletto, Tir sfonda la recinzione ed entra in una casa: camionista ha un malore improvviso

Il dramma di Luca Tommassini: “Mia mamma riempita di botte è finita in coma per difendermi”

Loading...
ForzAzzurri.net

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com